Leggere ai tempi del Covid/a Nocera nasce la Biblioteca a domicilio

BiblioPop conta più di trecento volumi: manualistica, libri in lingua, libri per bambini, grandi classici, thriller, raccolte in versi, tutti donati dai frequentatori o da estranei benefattori che vogliono dare una seconda vita ai loro volumi

Chi ha detto che le biblioteche non possano essere fruibili ai tempi del Covid? In un momento così complesso per tutta la comunità nocerina e non solo, gli attivisti della Casa del Popolo “Cohiba” hanno lavorato ad un modo per essere più vicini a tutti, a chi frequenta lo spazio saltuariamente e a chi non ha ancora avuto modo di visitarlo e di viverlo: sul nuovissimo sito internet completo di tutte le informazioni utili (Casadelpopolocohiba.it/) viene ospitata BiblioPop, biblioteca popolare del Cohiba. BiblioPop conta più di trecento volumi: manualistica, libri in lingua, libri per bambini, grandi classici, thriller, raccolte in versi, tutti donati dai frequentatori o da estranei benefattori che vogliono dare una seconda vita ai loro volumi. Nell’ottica del riutilizzo e del salvataggio dei libri, la Casa del Popolo “Cohiba” accetta donazioni di volumi, librerie o altri oggetti in buono stato che potrebbero essere utili per le attività dello spazio.

I nuovi servizi

La sede di Corso Vittorio Emanuele II, 192 a Nocera, prima della pandemia ha vissuto mesi intensi di corsi frequentati con grande entusiasmo – si ricordino il corso di chitarra, quello di Excel, quello di tedesco o quello di fotografia – di iniziative culturali e ludiche; ha riscosso grande successo anche la prenotazione dell’aula studio pomeridiana (un bene di inestimabile importanza a Nocera Inferiore). Il primo lockdown di marzo ha interrotto tutte le iniziative, ma non il flusso di idee che si è trasformato in controllo popolare dei buoni spesa, in confezione e distribuzione di mascherine solidali ed in altre forme di mutualismo di varia entità hanno trovato il loro posto necessariamente al di fuori della sede associativa, oltre alle iniziative politiche a sostegno dei lavoratori della sanità e contro il sistema tamponi. Ora, di fronte ad una nuova chiusura che ancora una volta fa frenare la ripartenza, il Cohiba, oltre ad essere presente su Facebook e Instagram, ha pensato al sito per dare continuità alla propria presenza e vicinanza ai visitatori, come punto di informazione in costante aggiornamento, come calendario virtuale di eventi, con strumenti come la prenotazione dell’aula studio (che ripartirà appena la situazione pandemica potrà permetterlo), un forum dedicato a dibattiti di vario genere nonché una sezione articoli sulle notizie legate alla casa del popolo.

La biblioteca a domicilio

Sempre dal sito, la Casa del Popolo “Cohiba” presenta alla cittadinanza la reinvenzione della biblioteca popolare: la ‘biblioteca a domicilio’. Se una pizza fa bene al corpo, un libro fa bene allo spirito; da qui l’idea di consegnare anche i libri a casa dei diretti richiedenti. Seguendo le istruzioni del sito, sarà possibile scegliere un libro dal catalogo aggiornato mensilmente, completare il forum e aspettare il libro che verrà consigliato nel rispetto delle norme anti-contagio: mascherina, guanti, e libro in ascensore o nel panaro!


 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • "Il Covid ci arrostisce a fuoco lento": i disagi delle bracerie, i bar con pochi dipendenti

  • Musei dopo il Covid: la mappa delle riaperture a Salerno e provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento