Post Covid/ Mercato casa: prezzi stabili, liquidità e turismo di vicinato

Transazioni accelerate perché si dispone già di liquidità e non è necessario attingere a mutuo, tendenza ad acquistare seconde case con pertinenze esterne, richiesta a getto continuo di case vacanza in aree limitrofe, Cilento in pole position tra le mete turistiche

Prezzi stabili, transazioni accelerate perché si dispone già di liquidità e non è necessario attingere a mutuo, tendenza ad acquistare seconde case con pertinenze esterne, richiesta a getto continuo di case vacanza in aree limitrofe, Cilento in pole position. Ecco le caratteristiche del mercato immobiliare salernitano, che ritrova il passo - ma non ancora lo slancio - dopo il Covid. "Per un'abitazione di 100 mq a Salerno, il prezzo medio è di 250-270mila euro. Riguardo l'affitto, in zona centrale e per un'abitazione in buono stato, si entra in possesso di una casa composta da tre vani sborsando 650-700 euro mensili". L'agente immobiliare Tullio Trezza presenta le caratteristiche del mercato del mattone nostrano.

Le previsioni e la constatazione

"Immaginavamo un mercato immobiliare a rilento, in uscita dal Covid - dice - Abbiamo constatato, invece, accelerazione delle transazioni tra maggio e giugno. Di solito, la compravendita immobiliare ha una gestazione media di tre mesi. L'accelerazione c'è stata, perché chi acquistava aveva già liquidità e non doveva attingere a mutuo. E' diminuito molto il fenomeno del "turismo immobiliare", che comprende una "clientela" che si diletta nel visitare innumerevoli immobili, per curiosità, per il gusto di vedere e per trascorrere il tempo, senza mai acquistare. Un mal costume che – complice la gratuità degli appuntamenti – ha arrecato al nostro settore non solo danni di immagine, ma anche numerose perdite tempo. La tendenza è acquistare appartamenti con pertinenze esterne: patio, terrazzo, giardino, fuori dal centro cittadino. Brignano e Giovi, Baronissi e Pellezzano sono le località più richieste, per reazione al post Covid".

Vacanze

E' un capitolo a parte. Non include solo il contatto con l'albergo, l'agenzia di viaggi e il villaggio vacanze, l'utilizzo del bonus e la compilazione del modulo, aspetti dei quali ci siamo occupati in un precedente articolo. Le vacanze di vicinato, che valorizzano la propria regione e creano circolarità dell'economia a chilometro zero, inducono chi acquista a rivolgersi anche alle agenzie immobiliari per acquistare o affittare case vacanza, seconde case. "E' una tendenza del turismo di vicinato - prosegue Trezza - e quindi si tende ad acquistare in zone limitrofe ambite da tutti i cittadini della Campania. In prima fila ci sono mare e colline del Cilento".

Il rapporto con le banche

I mutui vengono concessi con molta difficoltà, perché gli istituti di credito si trovano di fronte una clientela in difficoltà economica tra cassintegrati e nuovi disoccupati. "E' venuto a mancare ancor di più il ceto medio - conclude Trezza -. Non ci aspettavamo, invece, il mancato calo dei prezzi, che non hanno subito particolari flessioni per quanto riguarda gli appartamenti in vendita. Discorso diverso per le compravendite e le locazioni dei locali commerciali, che sono fermi al palo poiché l’imprenditoria ha subito contraccolpi. In pochi, dunque, osano rischiare nuovi investimenti con l’incognita di una possibile, nuova ondata del Covid in autunno".


 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Post Covid/Si torna al cinema: le date di riapertura a Salerno, cosa cambia

  • Post Covid/Siano omaggia San Rocco: festa "ristretta" ma sentita

  • Post Covid/Camerota festeggia il suo Patrono in tutta sicurezza

  • Post Covid/Il 1° anno senza Costanza, la mostra per la Principessa e le iniziative social "sicure"

Torna su
SalernoToday è in caricamento