Musei dopo il Covid: la mappa delle riaperture a Salerno e provincia

Riaprono al pubblico dopo la chiusura imposta dal Coronavirus. Nel rispetto del Dpcm, potranno ospitare visitatori dal lunedì al venerdì

I musei di Salerno e provincia riaprono al pubblico dopo la chiusura imposta dal Covid. Nel rispetto del Dpcm, potranno ospitare visitatori dal lunedì al venerdì. E' tutto pronto al museo archeologico provinciale, giardini della Minerva. Martedì 26 gennaio, il Giardino della Minerva, il più antico orto botanico, riaprirà di nuovo le porte con un orario ridotto (da martedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13). "Il 26 gennaio apriremo di nuovo il Giardino - spiega la direzione - Sarà in una fase di dormienza ma molte piante sono già pronte e da marzo-aprile in avanti saranno messe a dimora. Al momento si trovano in serra riscaldata, curata da Maria Lambiase e Marta Guadagno. Si tratta di un orto botanico: le piante officinali sono ricavate dai semi del Giardino della Minerva. Adesso sono in riproduzione". 

Altre aperture in città

Il Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana sarà aperto al pubblico nei giorni feriali e di mattina. Ecco gli orari: dal martedì al venerdì 9.30-13. Venerdì pomeriggio 17- 20. Altre aperture su prenotazione. Museo Papi: giovedì 9.30-13 / 16.30 - 18.30. Altre aperture su prenotazione. Capitolo a parte per il Museo diocesano: è stato stabilito di non riaprire ancora al pubblico ma di rimandare tutto al periodo pasquale (orari di accesso 9-13). La Soprintendenza Archeologia Belle arti e paesaggio sta definendo il calendario delle aperture per San Pietro a Corte, la Villa di Minori, il Museo Archeologico nazionale di Sala Consilina.

In provincia

Il Museo archeologico provinciale "Etruschi di Frontiera" a Pontecagnano Faiano riapre al pubblico con due settimane ad ingresso gratuito istituite dalla Direzione regionale Musei Campania. E’ possibile visitare il museo in piena sicurezza e nel rispetto della normativa anti covid, con ingressi contingentati, distanziamento interpersonale e naturalmente con obbligo di mascherina. Il museo è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 19. Chiuso sabato e domenica. In attesa di conferme e di ufficializzazioni, il Museo Archeologico Nazionale di Volcei “Marcello Gigante” fa sapere che l’apertura al pubblico dovrebbe essere garantita dal 22 gennaio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 15 alle 18.30. La Certosa di Padula riapre le sue porte ai visitatori e lo fa accogliendoli in piena sicurezza, nel rispetto delle normative e delle misure anti-contagio. Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19. Fino al termine di gennaio, sarà possibile accedere gratuitamente.

Area archeologica

Al Parco Archeologico di Paestum, ecco gli orari: dalle ore 9 alle ore 19:30 (ultimo ingresso 18:45) dal lunedì al venerdì (chiusura sabato e domenica). Il Museo di Paestum e l’Area Archeologica di Velia sono aperti il lunedì. Dal tramonto, la visita all’area archeologica di Paestum è limitata al percorso illuminato del Santuario meridionale. L’area archeologica di Velia osserverà i seguenti orari di chiusura nei mesi da Ottobre a Marzo (ultima visita completa ore 14:30). Nell'area archeologica di Elea Velia, chiusura sito ore 16.30 e chiusura biglietteria ore 15.45. Dal 1° febbraio al 27 marzo, chiusura alle 17.30 e ultimi biglietti disponibili alle ore 16.45.

Le info utili

I visitatori dovranno rispettare il protocollo anti Covid definito dal Dpcm: gestione degli ingressi e delle uscite; visite contingentate numero di visitatori e fasce orarie, di modo da non gravare sugli “orari di punta” e la mobilità in relazione al pendolarismo (con l’invito a coordinarsi con le infrastrutture territoriali); obbligo di mascherine per i visitatori e per il personale museale; gli spazi comuni come servizi di ristoro e commerciali dedicati al merchandising e vendita libri, vanno adeguati alle norme di contingentamento dei visitatori e distanziamento sociale; utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso biglietteria e sportelli informativi, nei negozi; percorsi a senso unico. I gestori dei siti dovranno regolare i servizi igienici in modo da garantire il distanziamento sociale, garantire la pulizia giornaliera degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni prestando particolare attenzione alle superfici di contatto di frequente utilizzo, posizionamentodi dispenser per sanificazione delle mani in più punti, limitare l’utilizzo di touch screen
Limitare l’utilizzo di pagamenti in contanti Evitare file alle biglietterie incentivando l’acquisto di biglietti tramite app e siti web

 

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Centri commerciali al tempo del Covid, la proposta: "Spazi gratuiti per i vaccini"

  • Il ritorno in campo al tempo del Covid: riprendono in sicurezza le attività della Hippo Basket Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento