Post Covid/Le prime comunioni ai tempi dell'emergenza: ecco cosa cambia

Numerose, le persone che hanno scelto di rinviare tutto, in attesa di tempi meno tesi sul fronte contagi. Come c'è anche chi ha solo ridotto il numero degli invitati

Comunioni di oggi a Matierno

Mascherine, igienizzazione, distanze di sicurezza e ostie sulla mano: queste alcune delle precauzioni anti-Covid adottate per lo svolgersi delle prime comunioni in questo periodo di emergenza sanitaria, entrata nuovamente nel vivo, a causa dell'incremento dei contagi degli ultimi giorni.

La curiosità

In particolare, in questa domenica, molti i bambini che hanno ricevuto il Sacramento, accogliendo per la prima volta il Corpo di Gesù. Non è stata una cerimonia come quelle consuete: numero contenuto di presenti alla celebrazione religiosa che, in quanto tale, ha dovuto rispettare rigorosamente il distanziamento sociale. Conseguentemente, pochi anche i presenti alle cerimonie nei locali. Numerose, le persone che hanno scelto di rinviare tutto, in attesa di tempi meno tesi sul fronte contagi. Come c'è anche chi ha solo ridotto il numero degli invitati: "Abbiamo registrato tre disdette e qualche caso in cui la festa per la comunione è stata limitata alla famiglia, con una torta per appena 8 persone per intenderci. Non è mancato chi invece ha scelto di celebrare ugualmente la Prima Comunione con una ventina di invitati, ma ovviamente i numeri sono bassissimi a causa dell'emergenza e delle norme anti-Covid", ha raccontato il noto maestro pasticciere Remo Mazza di Romolo.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Centri commerciali al tempo del Covid, la proposta: "Spazi gratuiti per i vaccini"

  • Il ritorno in campo al tempo del Covid: riprendono in sicurezza le attività della Hippo Basket Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento