Santa Barbara ai tempi del Covid: picchetto d'onore in Caserma per la Protettrice dei caschi rossi

Nessuna cerimonia, nè festeggiamenti in pompa magna a causa dell'emergenza Covid. Ma i vigili del fuoco hanno rivolto un pensiero alla loro Patrona

Seppur non in pompa magna, i Vigili del Fuoco, gli uomini della Capitaneria di Porto- Guardia Costiera, gli artificieri e gli artiglieri, oggi hanno rivolto un pensiero alla loro Patrona, Santa Barbara. Nessuna messa o cerimonia ufficiale, quest'anno, per via delle norme anti-Covid. Ma non è mancato un picchetto d'onore che ha visto come protagonisti ed ha emozionato i caschi rossi in Caserma in via Sant'Eustachio, alla presenza del loro comandante.

La storia

Santa Barbara si festeggia il 4 dicembre, data in cui nel 306 morì martire, torturata secondo la leggenda con il fuoco. Esplosivi e armi vengono tenuti in depositi che si chiamano, non a caso, “santabarbara”. Alla Santa dedicata la caserma “Santa Barbara” dell'esercito italiano, situata ad Anzio e attualmente sede della Brigata RISTA - EW. Come protettrice dei Marinai della Marina Militare, un'immagine della Santa viene sempre posta nei depositi munizioni delle Unità Navali e delle caserme. Il 4 dicembre a bordo delle Unità Navali della Marina Militare, secondo la tradizione, si dona un fascio di rose rosse al 1º Direttore del Tiro di bordo.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Primi acquisti, poi la zona rossa: i negozianti battono cassa, in attesa dei saldi

  • "Il Covid ci arrostisce a fuoco lento": i disagi delle bracerie, i bar con pochi dipendenti

Torna su
SalernoToday è in caricamento