rotate-mobile
Speciale Giffoni Sei Casali

Tasso investito a Giffoni: i carabinieri lo salvano, rimesso in natura dopo le cure

L'esemplare era stata trovata in stato di choc e claudicante, a seguito di investimento da parte di un veicolo

E' stato rilasciato in natura, un tasso ferito: i militari della Forestale di San Cipriano Picentino hanno proceduto, con il supporto di veterinari dell’Asl, alla liberazione di un esemplare di “Meles meles”. L'11 aprile l’animale era stato recuperato a Giffoni Sei Casali dai veterinari dell'ASL, con i carabinieri della Forestale di Cava de’ Tirreni e della locale Stazione. La bestiola era stata trovata in stato di choc e claudicante, a seguito di investimento da parte di un veicolo. 

La liberazione in natura

L’esemplare di tasso era stato quindi portato presso il centro di recupero fauna selvatica “Il Frullone” di Napoli per tentarne la riabilitazione. L’animale non aveva riportato fratture o lesioni ed è stato sottoposto solo ad una cura farmacologica fino ad una piena  guarigione. Dopo aver individuato un luogo idoneo al rilascio all’interno del Parco Regionale dei Monti Picentini, l’esemplare è stato quindi restituito al suo habitat naturale.

Curiosità

Il tasso comune è una specie di mustelide che predilige i boschi di latifoglie o misti anche di limitata estensione, alternati a zone aperte, cespugliate, sassose e incolte. Si tratta comunque di una specie ecologicamente molto adattabile e proprio per questo può abitare anche aree agricole, dove siano presenti limitate estensioni di vegetazione naturale che possano offrirgli protezione, e gli ambienti di macchia densa anche nelle aree costiere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasso investito a Giffoni: i carabinieri lo salvano, rimesso in natura dopo le cure

SalernoToday è in caricamento