menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salernitana-Barletta: 3-0, i Granata battono tre colpi per allontanare le ombre

Vittoria importante per rendere fattivi i progetti di rincorsa alla zona play-off. Buona prova della squadra, impreziosita dalle reti di Gustavo, Mancini e Mendicino. Gloria anche per Gori che para un calcio di rigore

Vittoria doveva essere per l'enensima volta e finalmente vittoria è stata. Larga ed ineccepibile. Si vede la mano di mister Gregucci e la squadra scende in campo molto più in palla ed equilibrata. Buona la prova generale su un Barletta nient'affatto trascendentale. Ora, per convincere, questa Salernitana è chiamata ad inanellare una serie di risultati e prestazioni convincenti.

LA PARTITA. Larghissimi vuoti sugli spalti a spingere la truppa del neo mister granata Gregucci verso il successo sul Barletta per una ventata di sollievo in una stagione, fin qui, deludente. Tre degli otto innesti del mercato di riparazione invernale subito in campo: Gori tra i pali, Scalise e Bianchi in difesa, l'uno sull'out destro e l'altro al centro in coppia con Tuia. Il Barletta, dopo aver battuto la capolista Frosinone sette giorni fa, prova a fare la sua partita con un non coperto 3-4-3.

Al 3' Mendicino ci prova ma la palla va fuori bersaglio. Pochi secondi dopo, il tiro di Cicerelli, a colpo sicuro, per il Barletta trova la provvidenziale ribattuta sulla linea di porta di Bianchi. Subito un brivido per la Salernitana che per poco non deve già capitolare. La manovra dei pugliesi si sviluppa per lo più sulla destra. Intorno al 10' sgroppata di Mendicino che carica il tiro e la palla si spegne fuori. A sprazzi si muove bene la Salernitana ma i tentativi di finalizzazione sono sbilenchi. Mendicino, Gustavo e Mancini guidano la pressione della squadra, che colleziona calci d'angolo in serie, mentre il Barletta accusa in più di una circostanza qualche difficoltà. Al 21' punizione per i pugliesi: Camilleri svetta sull'immobile difesa granata e la sfera termina oltre lo specchio della porta. Al 27' sponda di Mendicino per Foggia che non è preciso nella conclusione a rete. Contiene discretamente il Barletta la tendenziale supremazia dei padroni di casa. Al 34' Mancini calcia in porta e Liverani deve rifugiarsi in corner. Un giro di lacette dopo, Scalise mette al centro e Mendicino per poco non arriva alla zampata a rete. Al 36' lo stesso Mancini serve Gustavo -  nel solco di un azione ben orchestrata - il quale piazza una botta forte e decisa che batte l'estremo difensore ospite per l'1-0 in favore della Salernitana. Giocano bene Montervino e compagni, abili nel fraseggio e a ripartire in velocità: al 44' Cane è costretto ad un grande recupero a spezzare una decisa folata offensiva dei Granata. Nel fango dell'Arechi al termine del primo tempo è 1-0 per la Salernitana, applausi da parte dei pochi spettatori presenti.

Nella seconda frazione, al 5', azione di Foggia, che trascina fuori fase la difesa ospite, tiro dell'ex laziale e palla a stamparsi sul palo ma Mancini è pronto per il tap-in che fa 2-0 per i Granata. La Salernitana gioca sul velluto e libera dai fantasmi che l'hanno per lungo tempo attanagliata. Al 13' Foggia mette dentro, con uno splendido lancio, per Mendicino che sigla il tris: 3-0 per i padroni di casa. Al 22' si scaldano i guantoni di Gori su conclusione di D'Errico. Al 25' calcio di rigore per il Barletta per tocco di braccio di Piva: alla battuta va La Mantia ma Gori bagna il suo esordio in granata parando il tentativo di realizzazione. Applausi per Foggia e Mancini all'atto della loro sostituzione per Mounard e Ginestra. Il Barletta è incartato. Applausi anche per Mendicino quando, al 36', esce dal campo per Fofana. 1' dopo, Guglielmi guadagna anzitempo la via degli spogliatoi per fallo su Fofana lanciato a rete. Non arretra il proprio baricentro la Salernitana, segno oggettivo di un incremento alla voce della sua condizione psico-fisica. Al triplice fischio è 3-0 per i Granata; Gustavo, Mancini e Mendicino griffano un pomeriggio importante sulla strada della ripresa. Applausi dei presenti per tutti, la truppa di mister Gregucci parte lancia in resta in missione play-off. Fiato, idee ed impegno ritrovati, vedremo se la necessaria continuità, nel prosieguo del cammino, sarà appannaggio della Salernitana.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Scalise, Bianchi, Tuia, Piva; Montervino, Perpetuini, Mancini (dal 32' st Ginestra); Foggia (dal 24' st Mounard), Mendicino (dal 36' st Fofana), Gustavo. A disp. Berardi, Sembroni, Pasqualini, Pestrin, Fofana. All. Gregucci

BARLETTA (3-4-3): Liverani, Guglielmi, Camilleri, Di Bella, Cane, Legras, Mantovani, Cascione (dal 32' st Ilari), D’Errico, Zigon (dal 1' st Ganz), Cicerelli (dal 12' st La Mantia).  A disp: Vaccarecci, Maccarone, Innocenti, Bijimine. All. Orlandi

Arbitro: Baroni di Firenze (ass.: Tudisco - Allegra)

Marcatori: 36' Gustavo (S), 5' st Mancini (S), 13' st Mendicino (S)

Note: pomeriggio uggioso, terreno di gioco in pessime condizioni. Spettatori complessivi 6217 di cui 300 giunti da Barletta. Ammoniti: Cicerelli (B), Pepetuini (S), Gustavo (S), Cascione (B), Camilleri (B), Mendicino (S). Al 26' st Gori (S) para un calcio di rigore a LA Mantia (B). Espulso al 37' Guglielmi (B). Angoli: 7-3. Recuperi: 0' pt - 3' st

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento