Salernitana, Cerci manda messaggi d'amore: "Con i granata in Serie A"

Il calciatore è intervenuto in diretta instagram attraverso il profilo social del club e ha risposto a tante domande che gli sono state rivolte dai tifosi. Tanti auspici, speranze e poi il coro della curva Sud

Il calciatore della Salernitana Alessio Cerci è intervenuto in diretta instagram attraverso il profilo social del club e ha risposto a tante domande che gli sono state rivolte dai tifosi granata. Tanti auspici, speranze e poi il coro della curva Sud. Ha parlato anche della sua condizione atletica e spera di conquistare la Serie A con la Salernitana, terminando la carriera all'ombra dello stadio Arechi.

La sue parole

"Voglio termninare la carriera a Salerno, voglio andare in Serie A. Sono pronto, carico, mi sto allenando in palestra e seguo un programma personalizzato che mi ha indicato il prof. Sono stato fermo 6 mesi in Turchia e ho saltato una buona parte del ritiro. Ha influito sulla mia forma fisica. Ho scelto la Salernitana anche per la maglia granata perché mi ha sempre portato bene in carriera e mi ricorda il Torino. Sono convinto che con lo stesso colore rivivremo una storia bellissima, come quella. "Che bello è...", il coro della curva Sud Siberiano, è quello che più mi piace cantare. Ho provato un'emozione bellissima al mio debutto da titolare".

L'infanzia ed i ricordi

"Sono nato con la palla tra i piedi: giocavo con i miei amici in qualunque posto. Amo i videgiochi e la playstation. Solo chi ha indossato la maglia azzurra sa cosa prova. Ho realizzato il mio sogno: sono fiero di me stesso". Pillole di passato, polvere di stelle: "Il difensore più forte che mi ha marcato è Thiago Silva, giocatore del Milan".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Angri, tonnellata di hashish nascosta sotto ponte autostrada: camionista condannato

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Terremoto nel Salernitano, parla il sindaco di Bracigliano: "Un boato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento