Nasce la nuova Salernitana: Pasquale Marino favorito per la panchina granata

La sua candidatura è forte e accreditata, adesso in vantaggio rispetto ai profili di Moreno Longo, Iachini, Baroni. Predilige il modulo 4-3-3, che può diventare anche 3-4-3, e il suo vice allenatore è Totò Di Natale

Pasquale Marino

E' il siciliano Pasquale Marino il favorito alla panchina della Salernitana. La sua candidatura è forte e accreditata, adesso in vantaggio rispetto ai profili di Moreno Longo, Iachini, Baroni, De Biasi. I co-patron Lotito e Mezzaroma incontreranno domani, sabato 29 giugno a Roma, il direttore sportivo Angelo Fabiani a Villa San Sebastiano. Il contratto del dirigente scade il 30 giugno ma è forte della fiducia della proprietà, prologo al rinnovo, è operativo, ascoltato. Insieme agli azionisti della Salernitana, ha dunque avviato il nuovo progetto tecnico - per ora telefonicamente - che prevede anche una nuova guida.

Il benservito a Menichini

L'allenatore che è balzato in sella alla Salernitana, comprese le partite dei playout, è appena rientrato dalle vacanze ad Acciaroli. Nessuno gli ha telefonato (solo Lotito) e nessuno gli ha comunicato neppure l'inizio del ritiro fissato a San Gregorio Magno dal 15 al 30 luglio. L'assenza di comunicazioni ufficiali circa il romitaggio era già segnale chiaro ed inequivocabile di valutazioni in corso, che poi hanno preso corpo nel corso della settimana. Menichini - contratto da 100mila euro - resterà a busta paga, perché non accetterà la rescissione e sarà il secondo tecnico stipendiato, insieme a Gregucci, con il quale però si potrebbe addivenire ad un accordo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo profilo

Sull'agenda dei co-patron c'erano da giorni nuovi identikit, sebbene le frasi pronunciate dal co-patron Mezzaroma durante la presentazione della maglia celebrativa, qualche giorno fa ("tutto è oggetto di valutazione - aveva detto - e potrebbero esserci conseguenze") aveva destato più di qualche perplessità. Dopo due tentativi di summit andati a vuoto e il terzo da esperire tra poche ore, l'indaffarato Lotito (Consiglio di Lega, Consiglio Federale, scalata ad Alitalia) si è dedicato alle cose di casa granata e Pasquale Marino, ex trainer dell'Udinese, ora alle dipendenze del Palermo (ma fino a mercoledì, fino al definitivo default del club siciliano) è diventato l'allenatore più attenzionato degli altri. C'è stato un primo approccio, al quale ha fatto seguito una telefonata e la disponibilità di massima. Resistono pure altre candidature ma Pasquale Marino pare in largo vantaggio. Predilige il modulo 4-3-3, che può diventare anche 3-4-3, e il suo vice allenatore è Totò Di Natale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19, sono 41 i contagiati a Salerno: terzo caso in poche ore

  • Coronavirus: due nuovi casi positivi a Salerno e uno a Scafati

  • Covid-19, positivo un 16enne a Salerno: 32 casi nel Cilento

  • Dramma a Casal Velino: anziano esce dal mare e muore sulla spiaggia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento