rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Basket

Serie B: La Virtus Arechi allo scadere sbanca Pozzuoli

Derby dalle mille emozioni a Pozzuoli, decisivo il canestro di Coltro a 3" dalla sirena

Con un canestro di Coltro praticamente allo scadere la Virtus Arechi Salerno batte in rimonta la Virtus Pozzuoli e fa cinque su cinque nei derby di campionato.

Tanta fatica all'inizio in attacco per i blaugrana. Infatti, devono passare addirittura quattro minuti per il primo canestro (2+1 di Marini per l'8-3). Ma una volta interrotto il digiuno Salerno inizia a prenderci gusto nella metà campo offensiva. Prima Romano, Mennella e Rinaldi colpiscono dal perimetro per il -3 (15-12), poi nuovamente Rinaldi con altre due triple e Cimminella allo scadere, tanto per cambiare dall'arco dei tre punti, riportano il punteggio in parità (21-21). Ma questo non basta per ribaltare completamente un derby che rimarrà complicato da giocare. Pozzuoli, infatti, mette in campo grande intensità e con il supporto della panchina (Mehmedoviq e Caresta) riesce a portarsi sul 39-30 al 16', momento nel quale coach Di Lorenzo non può far altro che interrompere il gioco e richiamare tutti in panchina. Ma la mossa non paga, infatti solo in chiusura di primo tempo, dopo essere andato anche sotto di dieci lunghezze, Salerno piazza un mini break che vale il 43-37. Una forbice che, complice anche i tantissimi errori dalla lunetta dei blaugrana, si apre e richiude praticamente per quasi tutto il terzo quarto, dopodiché il derby inizia a raccontare per la prima volta una storia differente. Fatta di canestri ed errori in sequenza in entrambe le metà campo. Virtus che resta attaccata alla partita grazie anche alla tripla di Rinaldi al 31' che vale il pareggio e del lavoro nel pitturato di uno scatenato Valentini (19 punti, 13 rimbalzi, 11 falli subiti) che al 33' regala il primo vantaggio ai suoi (60-62). Ma la giocata decisiva, dopo che Thiam e Gaye sono fuori per falli e Salerno perde due palloni sanguinosi che potrebbero costare carissimo, è la penetrazione di Coltro a 3” dalla sirena conclusiva che regala due punti pesantissimi alla squadra del presidente Renzullo.

Le dichiarazioni di coach Di Lorenzo: “Tralasciando le palle perse nei momenti finali che mi hanno rubato tre anni di vita, la squadra ha sempre reagito mostrando grande carattere. Abbiamo affrontato un avversario che ha giocato con grande intensità, che non avevo mai visto prima, ma nonostante questo abbiamo retto bene fisicamente e siamo stati lucidi nei momenti decisivi. Di fatto portiamo a casa la prima gara con le unghie e con i denti”.

Bava Pozzuoli - Virtus Arechi Salerno 76-78 (21-21, 22-16, 15-20, 18-21)

Bava Pozzuoli: Fatih Mehmedoviq 20 (7/11, 0/1), Sam Gaye serigne 14 (2/5, 3/4), Antonio Gallo 12 (4/5, 0/2), Iba koite Thiam 9 (4/8, 0/0), Mario Caresta 8 (1/1, 2/6), Alessandro Potì 7 (2/4, 1/5), Gianmarco Rossi 6 (2/4, 0/7), Marco Murabito 0 (0/2, 0/1), Nicola Longobardi 0 (0/1, 0/1), Pietro Sequani 0 (0/0, 0/0), Matteo Cagnacci 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 18 - Rimbalzi: 45 13 + 32 (Iba koite Thiam 11) - Assist: 21 (Antonio Gallo 10)

Virtus Arechi Salerno: Niccolò Rinaldi 21 (3/9, 4/9), Andrea Valentini 19 (4/9, 0/0), Marco Mennella 15 (4/7, 2/5), Luigi Cimminella 9 (2/4, 1/4), Mattia Coltro 8 (3/8, 0/1), Leonardo Marini 3 (1/3, 0/1), Raffaele Romano 3 (0/1, 1/2), Massimo Peluso 0 (0/0, 0/1), Emanuele Caiazza 0 (0/0, 0/0), Marco felice Capocotta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 29 - Rimbalzi: 38 9 + 29 (Andrea Valentini 13) - Assist: 11 (Luigi Cimminella 3)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: La Virtus Arechi allo scadere sbanca Pozzuoli

SalernoToday è in caricamento