rotate-mobile
Sport

Benevento - Salernitana 1-1: al Vigorito i granata sfiorano l'impresa

Due gol su rigore e tante emozioni nel derby campano. Al gol di Coda risponde Ceravolo quasi in zona Cesarini. Al triplice fischio, punto importantissimo per l'undici di Bollini, soprattutto perché raccolto in inferiorità numerica per oltre un tempo

Pareggio d’oro nel derby per la Salernitana, che dopo aver accarezzato l’idea di compiere l’impresa, torna a casa con un punto preziosissimo. Nonostante l’inferiorità numerica (incommentabile l’ingenuità di Odjer) perdurata per oltre una frazione, l’undici di Bollini è riuscita a resistere alle continue folate offensive degli stregoni, che le han provate davvero tutte pur di sfondare nella difesa granata. Innanzi a loro però quest’oggi si è stagliato la figura imperiosa di Gomis che, con i riflessi di un puma, ha compiuto diverse parate decisive, consentendo alla squadra di non affondare nei momenti più negativi del match. Coda stoico, capace da solo di reggere il peso dell'attacco. Busellatto a dir poco ingenuo sul fallo da rigore a pochi istanti dalla fine. Ojder incommentabile. Zito spina nel fianco. Improta e Minala da rivedere. 

LA CRONACA – Prima frazione di gioco molto dinamica e divertente. Parte bene la Salernitana che già al 3’ si fa vedere con un siluro sparato da Coda dai 25 metri, la sfera però viene deviata in angolo da Cragno. Gli stregoni rispondono immediatamente colpendo all’8’ - sugli sviluppi di una palla inattiva - un palo clamoroso con Camporese. Al 12’, Coda ci riprova con un'altra saetta scagliata dalla distanza, l’estremo difensore giallorosso però è attento e controlla senza troppi affanni. Al 18’ e al 19’ sale in cattedra il 'Puma' Gomis che compie due grandi parate, prima su Ceravolo e poi – nell’azione successiva – su Cissé. Scampato il doppio pericolo, la Salernitana prova ad riordinare le idee, ma il pallino del gioco resta sempre tra le mani degli stregoni. L’unica scheggia impazzita che crea qualche grattacapo ai sanniti è il solo Zito, che da ex sente il match più dei compagni. Al 33’, un’ingenuità clamorosa di Pezzi consente alla Salernitana di guadagnare un calcio di rigore sacrosanto (il terzino giallorosso frana letteralmente su Improta). Sul dischetto va Massimo Coda, che glaciale trasforma con una botta centrale. A rovinare la festa però ci pensa al 38’ un’entrata killer di Odjer, proprio sotto gli occhi del Sig. Nasca, che non può che espellere il calciatore ghanese. Nonostante l’inferiorità numerica, al 39’ la Salernitana prova a far male di nuovo con un’altra staffilta di Coda che anche stavolta Cragno neutralizza (seppur in due tempi). Al 42’, ghiotta occasione per gli stregoni che sfiorano il pari con il colpo di testa di Ceravolo deviato da Bernardini, la sfera però termina tra le braccia di Gomis. Quasi con una carica alla baionetta, i sanniti insistono, e al 43’, prima con Cissé e poi con Ceravolo, si divorano letteralmente il pari. Provvidenziali gli interventi di Gomis e Perico che salvano il risultato.

Benevento - Salernitana: le immagini del derby a cura di G. Gambardella

Nella ripresa, i padroni di casa partono subito a testa bassa, e trovano il primo sussulto al 2’ con una conclusione dalla distanza di Chibsah, la palla però termina alta sulla traversa. L'aggressione sannita prosegue al 7' con un tiro dal limite dell'area di Buzzegoli, anche in questo caso però la mira lascia a desiderare. Il Benevento cinge d’assedio l'area granata e va vicino al pareggio prima al 12’ con un colpo di testa di Ceravolo e poi al 13’ con un bel tiro dalla distanza di Ciciretti che Gomis controlla senza problemi. Al 17’, si rinnova il duello tra Cissé e Gomis che, fortuna per i granata – termina ancora a favore dell’estremo difensore degli ospiti. La Salernitana resiste come può, senza però mai riuscire ad allentare la morsa dei giallorossi. Al 22’ addirittura, gol del pareggio annullato agli stregoni per fuorigioco netto di Ceravolo. Al 26’, gli stregoni reclamano un calcio di rigore per fallo di mano di Bernardini in area (gli estremi c’erano). Al 33’ break della Salernitana che fa tremare letteralmente il Vigorito, grazie ad un tiro alla Del Piero di Sprocati neutralizzato da una grandissima parata di Cragno. Al 35’un riflesso felino di Gomis salva di nuovo la Salernitana, su tiro di Buzzegoli dal limite dell'area. Al 41’, la Salernitana “pareggia” il conto delle ingenuità (almeno quelle in area), per via di un fallo inutile di Busellato, che costringe il sig. Nasca di Bari a decretare il penalty: sul dischetto va Ceravolo che trasforma con una soluzione di potenza. Il Benevento continua il forcing alla ricerca del gol del vantaggio, ma la benzina è agli sgoccioli: di fatti l’unica occasione limpida prodotta dai furenti sannit arriva solo al 47’ sui piedi di Falco, che però spara alto. Trascorsi i 3’ di extra time, i calciatori granata possono finalmente alzare le braccia al cielo, consapevoli di aver raccolto comunque un punto importantissimo.

Il tabellino della gara:

Benevento (4-3-2-1): Cragno; Venuti (36’s.t.Viola), Camporese, Lucioni, Pezzi (11’s.t. Lopez); Chibsah, Buzzegoli, Del Pinto (1’s.t. Falco); Ciciretti, Cissé; Ceravolo. In panchina: Gori, Bagadur, Gyamfi, Matera, Pajac, Melara. Allenatore: Baroni 

Salernitana (4-3-3): Gomis; Perico, Tuia, Bernardini, Bittante; Minala, Odjer, Busellato; Zito (29’s.t. Ronaldo), Improta (15’s.t. Sprocati), Coda. In panchina: Terracciano, Luiz Felipe, Schiavi, Della Rocca, Joao Silva, Donnarumma, Rosina. Allenatore: Bollini

Arbitro dell'incontro: Sig. Luigi Nasca di Bari

Reti: Rig. 34’p.t. Coda (S) Rig. 42’s.t. Ceravolo

Note: pomeriggio grigio; campo in buone condizioni. Spettatori: 10.000 circa di cui un 900 circa provenienti da Salerno. Ammoniti: Lopez, Venuti (B)  Improta, Busellato, Bernardini (S). Espulso: Odjer (S) Angoli: 10 - 6. Recuperi:  1' pt -  3' st.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benevento - Salernitana 1-1: al Vigorito i granata sfiorano l'impresa

SalernoToday è in caricamento