Crisi Salernitana, la voce dei tifosi: "Calciatori svagati, la salvezza non è ancora in tasca"

Suppporter amareggiati per l'ennesimo ko della Salernitana, c'è voglia di pensare al futuro ma apprensione per il presente ancora da archiviare. Decisiva la prossima sfida casalinga al Carpi

Tifosi amareggiati per l'ennesimo ko della Salernitana: c'è voglia di pensare al futuro ma anche apprensione per il presente ancora da archiviare. Sarà di nuovo importantissima la prossima sfida casalinga, stavolta con il Carpi, il 27 aprile.

La voce dei tifosi

Ecco il commento di Mimmo Rinaldi: "Pasquetta a Brescia, 1-3 all'andata 3-0 al ritorno. Onestamente stiamo parlando di una squadra molto più forte e che sa quando farti male. La Salernitana attende solo la salvezza e speriamo che arrivi il prima possibile. Per il resto sono tutti sotto la sufficienza. Per far tornare la gente allo stadio, c'è bisogno di serietà e di non creare queste false illusioni. Ma tanto come ha detto il presidente l'anno prossimo è serie A. Quindi concentriamoci sull'anno prossimo..." .

Giuseppe Spina: "Ancora oggi non si vede il piglio del combattente, la cosa più triste per un tifoso. Si poteva immaginare la sconfitta, ma non vedere l'aggressività, la carica, la grinta di chi si deve salvare lascia l'amaro in bocca. Uno schieramento a trazione anteriore ma con Jallow assente, un secondo tempo giocato per soli 10 minuti poi tutta routine. Inoltre abbiamo avuto la presunzione con lo schieramento di volercela giocare ad "armi pari", quando una formazione più coperta poteva darci, forse, la possibilità di almeno un punto".

Michele Di Martino: "Salernitana come da pronostico perde a Brescia senza neanche scendere in campo il primo tempo. Il secondo tempo è cominciato un po’ meglio ma è stato solo fuoco di paglia. Il nostro ex bomber ha trasformato il terzo gol su rigore e ci ha punito ancora. Si sapeva che sarebbe stata dura a Brescia, ma vedere una squadra svagata e compassata ha fatto male. Speriamo che con il Carpi i granata possano fare una buona partita perché gli avversari non ci regaleranno nulla e dopo sarà ancora più dura". Sotto accusa anche le scelte dell'allenatore Gregucci, con particolare riferimento alla composizione della difesa: "E' inopportuno continuare a schierare Migliorini al centro della difesa", ci scrive un tifoso. Il riferimento è anche all'esclusione di Raffaele Schiavi, che pareva in procinto di ritornare in campo proprio a Brescia, dopo un'assenza che dura dal 30 dicembre, e che invece è stato scalzato al fotofinish proprio dal difensore centrale ex Avellino. Altri tifosi chiedono a Gregucci se abbia mai pensato di dimettersi. Chiosa di Ciro Troise: "Donnarumma un assist e un gol. Ah...non gioca più con noi. Meno male che abbiamo vinto quelle due partite all'ultimo minuto. L'anno prossimo, rifondazione totale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Covid-19: i contagi superano quota 200 in provincia, due bimbi positivi a Salerno e 2 casi a Baronissi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento