menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Salernitana crolla a Brescia, tifosi delusi: "Squadra in confusione"

La sconfitta in Lombardia induce a riflessioni. Castori ha chiesto alla Salernitana di mostrare subito "il volto operaio". I tifosi sono delusi e aspettano la prossima sfida al Lecce per il riscatto immediato

La sconfitta della Salernitana a Brescia induce a riflessioni. Castori ha parlato di squadra brutta e con un approccio sbagliato alla partita. Le ha chiesto di risollevarsi alla svelta e di mostrare subito "il volto operaio". I tifosi sono delusi e aspettano la prossima sfida al Lecce per il riscatto immediato.

La voce dei tifosi

Mimmo Rinaldi commenta ponendosi subito una domanda: "La caduta degli Dei? No, normale amministrazione - dice - Dziczek e Casasola due in meno: inguardabili. È un peccato perché con quei due in avanti si potrebbero fare tante cose ma di palloni ne arrivano contati. Purtroppo la squadra allestita nell'ultima settimana prima dell'inizio di campionato palesa delle voragini a sinistra al centro e in attacco soprattutto come alternative. La squadra è stata allestita alla rinfusa e non sappiamo per quale motivo. Abbiamo, infatti, quattro portieri". Paolo Toscano: "La Salernitana ha deluso tutte le aspettative. È scesa in campo, in particolare la difesa, confusa e senza idee. Castori non è stato in grado di sistemare la squadra dopo un avvio disarmante. Un po’ meglio nel secondo tempo, ma sinceramente abbiamo fatto davvero poco per meritare il pareggio". Antonio Positano: "Brutta partita giocata male e gestita malissimo da Castori. Stiamo pagando le scelte obbligate, perché Casasola dovrebbe sedersi in panchina. Non comprendo come mai Mantovani non ha giocato e forse anche Djuric dovrebbe riposare un po’". Mario De Rogatis: "La Salernitana forse si sta ancora specchiando, tanto che non è praticamente scesa in campo. La squadra è stata subito aggredita, senza avere la forza di reagire, con un centrocampo non all'altezza; la squadra giocando così non reggerà a lungo. L'occasione di una pronta reazione ci sarà subito martedì sera, senza Di Tacchio squalificato, contro il Lecce che ritengo la squadra più attrezzata per la promozione diretta". La riflessione di Ciro Troise: "Più grave della sconfitta di oggi è quanto accaduto questa settimana. Con questa dirigenza non abbiamo speranze, è stato scavato un fossato incolmabile, corpi estranei che hanno innalzato un muro. Siamo l’unica tifoseria che vede per la prima volta il principale dirigente della squadra intento a smentire le voci sulla cessione della società, che gran parte della piazza auspica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento