rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Calcio

Finale Coppa Italia, una magia di Marotta fa vincere il San Marzano

Formazione blaugrana in svantaggio con la rete di Porcaro al quarto d'ora. Velotti pareggia i conti sul finire del primo tempo, poi l'ala offensiva s'inventa il gol che trafigge Avino

VIRTUS CAMPANIA-SAN MARZANO 1-2 (p.t. 1-1)

VIRTUS CAMPANIA: Avino, Ciaravolo, Polverino, Puccinelli, Porcaro, Granato (89' Visciano), Rinaldi (78' Varriale), Avolio, Cardone (14' Napolitano G.), Ventola (60' Fragiello), Spilabotte. A disp. Napolitano N., Sivero, Tortora, Cerrone, Galasso. All. Roseo.

SAN MARZANO: Palladino, Fernando (71' Franza), Chiariello, Velotti, Dentice (96' Colarusso), Nuvoli, Lettieri, Matute, Marotta (82' Potenza), Meloni (88' Liccardi), Camara (90' Caso). A disp. Pedace, Spinola, Tranchino, Maiorano. All. Pirozzi.

ARBITRO: Francesco Illiano di Napoli.

RETI: 17' Porcaro (VC), 45' Velotti (SM), 75' Marotta (SM).

Allo stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia San Marzano e Virtus Campania si sono contese il trofeo della Coppa Italia Dilettanti. All'esordio praticamente sulla panchina dei napoletani mister Giovanni Roseo, dopo l'esonero di Stefano Liquidato, e che ha dato subito una maglia da titolare ai neo arrivati Spilabotte e Rinaldi. Per il San Marzano di mister Egidio Pirozzzi invece, solito 4-3-3 col tridente composto da Camara e Marotta a sostegno di Meloni.

Primo tempo

Pronti, via, è proprio la formazione blaugrana a spingere con una manovra avvolgente che costringe gli avversari a chiudersi in area. All'8' la prima grande occasione con Marotta, che su punizione centrale colpisce l'incrocio dei pali ad Avino battuto. Al 12' ancora l'attaccante esterno blaugrana se ne va sulla destra, entra in area ed il suo cross un po' arretrato trova Nuvoli che calcia a botta sicura. Questa volta Avino ci mette il piedone e nega la gioia del gol al San Marzano. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, la Virtus Campania è costretta a fare una sostituzione facendo entrare Giuseppe Napolitano. Ironia della sorte, al 17' è proprio l'esterno appena entrato ad aggirare la chiusura di Dentice evitando che la palla termini sul fondo, e a servire il retropassaggio all'accorrente Porcaro al limite dell'area, che controlla e piazza il pallone nell'angolino basso portando in vantaggio i napoletani. San Marzano che non ci sta e al 19' Meloni prova a farsi spazio in area, e seppur defilato tenta la botta potente che Avino mette in angolo. I blaugrana alzano il baricentro e al 25' subiscono il contropiede che viene disinnescato dall'intervento a centro area di Chiariello che mette in angolo. La partita continua sul filo del botta e risposta, e allora al 27' Marotta imbecca centralmente Meloni che davanti ad Avino non riesce a calciare in maniera pulita guadagnando però un altro calcio d'angolo. Passata la mezz'ora le squadre iniziano a rifiatare dopo aver giocato a ritmi altissimi. Per la verità il gioco inizia a spezzettarsi anche a causa dei troppi falli della Virtus Campania. Le squadre sembrano ormai pronte a ritornare negli spogliatoi sull'1-0, quando Matute si libera al tiro, il pallone viene deviato e carambola verso Velotti rimasto in attacco che con il piattone buca sotto le gambe Avino e gonfia la rete per il pareggio. Ancora il San Marzano con Lettieri va al tiro da lontanissimo, il pallone fa la barba al palo ma termina sul fondo.

Secondo tempo

La ripresa si gioca su ritmi decisamente più blandi. Le due squadre fanno più possesso palla, provando a costruire azioni di tiro rispetto che spingere sull'acceleratore cercando i contropiede. Brivido per il San Mrazano al 70' quando su calcio d'angolo Palladino esce a vuoto e Polverino alle sue spalle impatta il pallone di testa ma non riesce a centrare lo specchio della porta. Alla mezz'ora l'azione splendida di Marotta. L'ala riceve spalle alla porta e prova a puntare i difensori avversari. Addirittura pensa, forse, al tiro da fuori area, ma invece chiede e conclude il triangolo con Camara. Spostandosi dalla destra alla sinistra, inseguito da alcuni difensori, entra in area e con il sinistro supera Avino con un diagonale preciso che entra in porta baciando quasi il palo. Subito il colpo, la Virtus Campania prova a gettarsi in attacco e ancora Napolitano cerca di rendersi protagonista. Questa volta però il giocatore che cade in area cercando di far vedere un contatto, viene invece ammonito per simulazione. Nel finale una chance per parte. Il neo entrato Potenza prova a sfondare centralmente, e aiutato da un rimpallo calcia forte ma a lato. Dall'altra parte Avolio va vicino al pareggio quando in area stoppa la palla e calcia al volo col destro accarezzando il palo. Al triplice fischio inizia la festa blaugrana con la vittoria del primo trofeo di questa stagione, ma onore alla Virtus Campania che ha tenuto bene il campo sopperendo solo ad una magia di Marotta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale Coppa Italia, una magia di Marotta fa vincere il San Marzano

SalernoToday è in caricamento