rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Calcio

Eccellenza, troppa Scafatese per l’Alfaterna

La rete di Formicola apre le marcature dopo soli 150”, la doppietta di bomber Malafronte è una sentenza

SCAFATESE-ALFATERNA 4-0

SCAFATESE: Cappuccio, Itri, Gambardella (75' Mejri), Costantino (85' Manzo), Maraucci, Lopetrone, Simonetti, Giacinti, Malafronte (81' Cammarota), De Vivo (63'Siciliano), Formicola (75' Carotenuto). All. De Felice.

ALFATERNA: Benevento, Somma (69' Fresa), Mazza, Comegna, Esposito, Dattilo, Nardini (Palumbo), Avino, Di Giacomo, La Femina, Veneziano (56' Delle Donne). All. Amarante.

ARBITRO: Alessio De Cicco di Nola.

RETI: 3' Formicola, 65' Malafronte, 76' Malafronte, 84' Siciliano.

Poker d'assi per la Scafatese di Severo De Felice che si impone per 4-0 sull'Alfaterna dell'ex tecnico giallobleu Antonino Amarante e risponde a tono alle altre big del girone, facendo sentire l'alito sul collo in classifica. Sul prato in sintetico del "Giovanni Vitiello" di Scafati si mette subito benissimo per la squadra canarina che ci mette soli 150 secondi per sbloccare il risultato, quando Formicola punisce Benevento con un pallonetto delizioso che vale il vantaggio. Il gol rivitalizza i padroni di casa che in poco tempo continuano a costruire palle gol importanti. Gli ospiti si fanno vedere per la prima volta dalle parti di Cappuccio al 31' con un destro dalla distanza di Veneziano. La prima frazione si conclude con un'altra occasione casalinga quando il destro dal limite di Lopetrone termine di poco alto sulla traversa. Nella ripresa il leit motiv del match non cambia, l'Alfaterna continua a fare la sua partita attenta mentre la Scafatese mantiene alto il baricentro e prova a chiudere una gara che potrebbe rischiare di diventare spinosa. La svolta definitiva del match arriva al 65’ quando Gambardella realizza 3 giocate di pregevole fattura: prima l'aggancio magnetico al pallone sul cambio campo di Formicola, poi il doppio passo per guadagnare il fondo e, infine, l'imbeccata deliziosa per Malafronte che con un'incornata sigla il raddoppio. Il tris è realizzato ancora una volta dal bomber Malafronte, questa volta di sinistro. La Scafatese riesce a calare il poker all'84' con una magia di destro di Siciliano, prima bravissimo ad arpionare un pallone non facile da mettere a terra e poi velenoso nel beffare Benevento con una botta che prima sbatte sotto la parte interna della traversa e poi si deposita in rete. L'Alfaterna ci prova a soli 3’ dalla fine con il pericoloso destro di Comegna che termina di poco a lato. Tre punti per i canarini e tanto entusiasmo per una squadra che sembra aver superato i momenti di appannamento di ottobre scorso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, troppa Scafatese per l’Alfaterna

SalernoToday è in caricamento