rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Salernitana a caccia dell'impresa: Bonazzoli sogna il gol e l'esultanza "alla Batistuta"

C'era una volta un bomber argentino, forte e cecchino infallibile. I tifosi della Fiorentina lo chiamavano "Bati-gol" e quando gonfiava la rete esultava con la mimica della mitragliatrice. Bonazzoli, miglior realizzatore di un attacco anemico, 3 degli 11 gol messi a segno, ha lo stesso modo di festeggiare

I sogni son desideri e sognare non costa nulla. Meglio sognare - che fa rima con osare - e non piangere sul latte versato e sui giocatori persi per infortunio e per quarantena fiduciaria (leggasi Djuric). Con le bende ed i cerotti, con un organico ridotto all'osso e appena venti convocati, compresi i tre portieri, la Salernitana sfiderà la Fiorentina allo stadio Artemio Franchi (fischio d'inizio alle ore 15), sostenuta da 950 tifosi sui quali vigilano anche le forze dell'ordine.

L'esultanza

In campo, Stefano Colantuono, allenatore del cavalluccio marino, non dovrebbe rinunciare a Federico Bonazzoli, che esulta da "pistolero". Corsi e ricorsi storici, vagheggiamenti. Sogni, appunto: c'era una volta un bomber argentino, forte e cecchino infallibile. I tifosi della Fiorentina lo chiamavano "Bati-gol", al secolo Gabriel Omar Batistuta. Quando gonfiava la rete esultava con la mimica della mitragliatrice. Bonazzoli, miglior realizzatore di un attacco anemico, 3 degli 11 gol messi a segno, ha lo stesso modo di festeggiare. Sognare non costa nulla, ma la Salernitana, adesso, deve provare la sterzata.

La tattica

Non c'è Zortea e Veseli sarà il terzino. Bogdan favorito su Gagliolo al centro della difesa, in coppia con Gyomber. Giocherebbero tutti - da destra a sinistra, Bogdan, Gyomber e Gagliolo - se Colantuono rinunciasse ad una punta e utilizzasse Veseli e Ranieri larghi sulle fasce. A centrocampo, Obi e Lassana Coulibaly paiono certi di una maglia. Poi è ballottaggio Schiavone-Di Tacchio. Sarà la partita di Franck Ribéry, che ritorna a Firenze, la sua prima squadra italiana. Lotta contro il proprio ginocchio, ci mette la fascia, la faccia, la personalità. Adesso, però, attende anche notizie dai trustee. L'impressione è che gennaio sia un mese decisivo anche per lui.

Così in campo

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Duncan, Torreira, Bonaventura; Gonzalez, Vlahovic, Saponara.
A disp: Rosati, Cerofolini, Terzic, Igor, Venuti, Amrabat, Maleh, Benassi, Pulgar, Callejon, Kokorin, Sottil. All: Italiano.

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Veseli, Gyomber, Bogdan, Ranieri; Obi, Schiavone, L. Coulibaly; Ribery; Simy, Bonazzoli.
A disp: Fiorillo, Guerrieri, Delli Carri, Gagliolo, Jaroszynski, Kastanos, Di Tacchio, Kechrida, Vergani. All: Colantuono.

ARBITRO: Davide Ghersini di Genova. (Capaldo e Yoshikawa. IV:Mele). Var: Nasca (Dei Giudici).
DIRETTA: Dazn

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana a caccia dell'impresa: Bonazzoli sogna il gol e l'esultanza "alla Batistuta"

SalernoToday è in caricamento