rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Calcio

Due trasferte in quattro giorni: la Salernitana fa prove generali di formazione

I granata saranno di scena a Firenze il 9 novembre ed a Monza il 13. L'allenatore Davide Nicola dovrà gestire uomini e risorse in vista del tour de force. Alcuni calciatori riposeranno

Due partite in quattro giorni, sei punti in palio e due formazioni da preparare. E' inevitabile che pure Davide Nicola prenda la bilancia e "pesi" la convenienza di alcune scelte in vista del tour de force che attenderà la Salernitana, sempre in trasferta. Si comincia il 9 novembre a Firenze e si prosegue il 13 novembre a Monza. I viola hanno forse perso Jovic per un problema muscolare al polpaccio ed i brianzoli hanno certamente perso Sensi, il proprio faro di centrocampo. In compenso, i prossimi avversari della Salernitana hanno entrambi ottenuto tre punti, battendo rispettivamente contro la Sampdoria in trasferta e il Verona in casa propria. 

Sospiro di sollievo: Lovato è stato dimesso dall'ospedale

Lo scenario

Nicola medita cambiamenti in formazione, alcuni dei quali obbligati. Parola alla difesa: Gyomber sta curando un problema muscolare e Lovato è stato appena dimesso dall'ospedale dopo il trauma cranico che lo ha costretto a trascorrere una notte in osservazione. Fazio ha la caviglia sinistra in disordine: c'è poco tempo per recuperare e ci sono anche partite ravvicinate. E' probabile che stringa i denti e che parta con la squadra ma che non venga rischiato. Daniliuc ha superato un breve periodo di spossatezza e di emicrania, culminato nel forfait avvenuto tra venerdì e sabato, tant'è che non è stato neppure inserito nella lista dei convocati per la partita casalinga contro la Cremonese. Dovrebbe però riprendere il proprio posto al centro della difesa: ai propri fianchi, Pirola a sinistra e Bronn a destra. Radovanovic sarebbe in questo caso utilizzato come jolly e prima alternativa. Scalda i motori Bohinen. A centrocampo dovrebbe riposare anche Candreva. Al suo posto si candida Vilhena, che potrebbe dividere il minutaggio con Maggiore. Su Lassana Coulibaly, che è diffidato, potrebbe esserci una valutazione di opportunità oppure Nicola potrebbe ignorarla decidendo di schierare comunque il centrocampista africano a Firenze. In attacco, Piatek pare destinato ad una maglia dopo il gol realizzato all'alba della sfida alla Cremonese. A Firenze ritroverà anche i suoi vecchi colori, come Franck Ribéry che adesso è collaboratore tecnico. L'altro posto nel tandem d'attacco sarà deciso al termine del ballottaggio Dia-Botheim. Bonazzoli dovrebbe attendere il proprio turno in panchina, anche se Nicola ha più volte precisato che Botheim non soffra la concorrenza in attacco, come a sottolineare che altri risentano maggiormente dell'esito dei ballottaggi, se schierati inizialmente in panchina. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due trasferte in quattro giorni: la Salernitana fa prove generali di formazione

SalernoToday è in caricamento