rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Calcio

Cresce l'attesa per Juventus-Salernitana, parla Nicola: "Daremo il meglio di noi stessi"

Granata in serie utile da quattro partite, in attacco Dia con Piatek. In difesa debutta Daniliuc e Maggiore vince il ballottaggio con Kastanos. Circa 2500 tifosi al seguito

Una giornata speciale, il sapore bello della partita contro le stelle in uno stadio da Champions. La Salernitana si prepara a sfidare la Juventus. "E' stata sempre la squadra che per abilità e capacità ha determinato l'85% dei campionati, una competizione nella quale ha fatto sempre la differenza. Si tratta di una squadra abituata a giocare sempre sul doppio fronte, campionato e coppa, dunque gli impegni ravvicinati di questa settimana non cambieranno le carte in tavola". La presenta così Davide Nicola. Il modulo: "4-3-3 o con altro atteggiamento, la difesa a tre, la Juventus può interpretare diversi sistemi, perché la duttilità dei propri elementi è uno dei punti di forza. Ho visto la gara di Champions ed è stata molto interessante anche dal punto di vista tattico. I bianconeri hanno tutte le carte in regola per fare un bel percorso. Noi invece vogliamo sviluppare percorso e mentalità, lavorando su più fronti e migliorando i dettagli".

Lo scenario

La Salernitana si presenta con numeri offensivi importanti. Probabilità elevate di giocare dall'inizio con Daniliuc e Piatek: "Abbiamo provato diverse soluzioni, il mercato è finalmente chiuso e siamo soddisfatti. Lavoreremo progressivamente anche sullo scivolamento della linea difensiva da tre a quattro, cosa che in ogni caso già avviene. Tutti i giocatori citati hanno possibilità di scendere in campo ma abbiamo ancora un'altra giornata e voglio vedere se il mio amico Allegri magari mi dà qualche nozione in più, visto che da questo punto di vista è molto più sparagnino di me". La soddisfazione più bella è andarsela a giocare a viso aperto in casa di Madama la Juventus. Non lo dice la Salernitana ma il campo e anche l'avversario di turno. "Adesso dobbiamo oliare situazioni - dice Nicola - nella nostra testa c'è la volontà di giocare un certo tipo di calcio, ma vuol dire anche saper giocare in modo ultraoffensivo accettando la parità numerica oppure sapersi raccogliere nel momento in cui dobbiamo difenderci. Nel calcio moderno il turnover si fa già con i cinque cambi. Significa il 50 per cento di una squadra di movimento ed è tanta roba". Patron Iervolino ha detto: "Nicola da top club". Il ringraziamento di Nicola: "Siamo orgogliosi di lui, siamo forti perché abbiamo un presidente che vuole attivare dei cambiamenti importanti. Questo è un gruppo di lavoro che si stima". Maggiore sarà ancora il faro del centrocampo? "Abbiamo provato anche una soluzione diversa, abbiamo voluto vedere anche se per caratteristiche altri giocatori potessero fare altre cose. E' possibile in corso d'opera, è possibile dall'inizio, è possibile una turnazione ed una rotazione tra i centrocampisti".

Daniliuc e le sue caratteristiche

"Daniliuc può fare anche il regista difensivo, lo abbiamo provato anche in questo ruolo. E' destinato ad un futuro importante e può fare anche il braccetto difensivo, perché è abituato a giocare con aggressività". Gli esterni: "Non vedo l'ora di dare spazio pure a Sambia, in questo momento i cinque cambi possono fare la differenza". Dopo la partita con l'Empoli, Nicola si era detto curioso di poter vedere all'opera la squadra granata in un lasso di tempo più ampio, non caratterizzato da continui spezzettamenti a causa del tour de force di campionato. "L'allenatore è ovvio che vorrebbe avere tanto tempo a disposizione per affrontare la settimana con maggiore tempo e attenzione". Il settore giovanile: "Il lavoro che sta mettendo in piedi la società è lodevole, c'è un grande investimento alla base. Abbiamo due calciatori, Iervolino e Motoc, che provengono dal vivaio. Se noi riuscissimo a mettere dentro almeno un giocatore all'anno, sarebbe un grande risultato".

I convocati

PORTIERI: De Matteis, Fiorillo, Sepe;

DIFENSORI: Bradaric, Bronn, Daniliuc, Fazio, Gyomber, Motoc, Pirola, Sambia;

CENTROCAMPISTI: Candreva, Capezzi, Coulibaly L., Iervolino, Kastanos, Maggiore, Mazzocchi, Vilhena;

ATTACCANTI: Bonazzoli, Botheim, Dia, Piatek, Valencia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce l'attesa per Juventus-Salernitana, parla Nicola: "Daremo il meglio di noi stessi"

SalernoToday è in caricamento