rotate-mobile
Calcio

Lancio di oggetti in campo, il rammarico della Nocerina

Il presidente Natale: “Eravamo riusciti dopo anni, ad avere un incontro in notturna al San Francesco da disputarsi con il Nola. Ora purtroppo, la gara dovra' svolgersi a porte chiuse”

Il presidente della Nocerina, Giancarlo Natale, preso atto del lancio di oggetti dalla tribuna avvenuti durante la gara interna contro il Fasano che sono costati un provvedimento da parte del giudice sportivo, ha diramato una nota. «Il progetto Nocerina lo si puo' costruire solo con la maturità di tutti i tifosi molossi. Quanto accaduto non rispecchia e rispetta i sacrifici di questa proprieta', della squadra ma soprattutto della maggioranza dei tifosi rossoneri che seguono con passione e civilta' la Nocerina. Eravamo riusciti dopo anni, ad avere un incontro in notturna al San Francesco da disputarsi con il Nola. Ora purtroppo, la gara dovra' svolgersi a porte chiuse. Al San Francesco, quindi, manchera' il supporto dei nostri tifosi, da sempre valore aggiunto per i calciatori. Per raggiungere risultati sportivi che contano e che consentano alla Nocerina di ritornare sui palcoscenici consoni alla sua storia calcistica e al suo pubblico, è necessario che tutti i tifosi in futuro, diano  prova di maturità come la maggior parte ha sempre dimostrato».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancio di oggetti in campo, il rammarico della Nocerina

SalernoToday è in caricamento