rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Calcio

E' il giorno di Mazzocchi: il giocatore granata è atteso dalla visita di controllo al ginocchio

Il professore Cerulli, lo specialista che gli ha ricostruito il legamento collaterale mediale del ginocchio destro, gli toglierà i punti a Roma, a Villa Margherita. Il calciatore ha fatto visita ai compagni ed è stato incoraggiato dalla squadra attraverso alcuni messaggi pubblicati sui social network

Sui social network gli scrivono "daje" oppure "tornerai più forte di prima". Pasquale Pako Mazzocchi non ne ha bisogno, perché il suo spirito battagliero lo ha perfettamente tratteggiato un giorno l'allenatore Nicola in conferenza: "Ha una straordinaria capacità di automotivarsi". Perciò il calciatore nato a Barra ed operato al legamento collaterale mediale del ginocchio destro ha fatto visita ai compagni che hanno ripreso la preparazione al centro sportivo Mary Rosy. 

La Salernitana si fa bella a centrocampo

I social

Candreva è stato immortalato mentre gli si è avvicinato durante una pausa dell'allenamento. In campo hanno spesso duettato sulla fascia destra. Adesso Mazzocchi indossa il tutore e Tonino Candreva è il veterano che gli fa coraggio. Il 4 gennaio, nessuno dei due potrà sfidare il Milan: Candreva è squalificato e Mazzocchi è infortunato. Si sono dati, però, appuntamento al più presto nel 2023, in attesa che la Salernitana copra la voragine ingaggiando un altro calciatore. De Sanctis ha già prenotato Zortea. 

La visita

Nel frattempo Mazzocchi è atteso a Roma dal professore Cerulli. E' stato accompagnato dal fisioterapista Magliano e dovrà rimuovere i punti di sutura al ginocchio operato. Poi lo specialista effettuerà la prima visita di controllo, che servirà anche a verificare la  mobilità articolare del ginocchio ed a fornire un primo aggiornamento sui tempi di riabilitazione e di recupero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' il giorno di Mazzocchi: il giocatore granata è atteso dalla visita di controllo al ginocchio

SalernoToday è in caricamento