rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Calcio

Il muro dei ricordi: Salerno rende onore a Fulvio De Maio e Bruno Somma

Per tutti era Fulvietto. Ex portiere granata, ha vinto in maglia granata il trofeo Berretti, battendo la Solbiatese. Era anche opinionista televisivo. Bruno, indimenticato segretario, è un altro pezzo di storia della Salernitana

Doppia targa sul muro dei ricordi, allo stadio Vestuti. Oggi Salerno ha reso omaggio a Fulvio De Maio ed a Bruno Somma, pezzi di storia granata. La dedica: "Per aver incarnato al meglio la salernitanità, sul campo di calcio e nella vita di tutti i giorni".

Le schede

Fulvio De Maio, portiere tra il 1968 e il 1978 ed opinionista delle tv salernitane per un quarto di secolo, è morto un anno fa. Bruno Somma fu vice segretario del club dal 1946 al 1950 e segretario generale dal 1950 al 1967. Contribuì in prima persona anche economicamente per fronteggiare le difficoltà del cavalluccio marino, che navigava in mare mosso. È stato il dirigente più longevo del club granata.

Messa in Duomo e targa commemorativa

La cerimonia

L'iniziativa è stata promossa dal presidente della commissione Sport, Rino Avella. Presente alla cerimonia il vice sindaco Paky Memoli. Nel giorno del 103esimo anniversario della fondazione della Salernitana, sono state, dunque, apposte due targhe al "Muro dei Ricordi" dello stadio Vestuti, cioè la parete - a pochi passi dagli spogliatoi e dal tunnel di ingresso in campo - che pè destinata a diventare l’iconografia della storia granata. "Il ricordo di Fulvio De Maio è stato sollecitato dal giornalista Enzo Todaro, presidente dell’AGS. Quello di Bruno Somma dall’associazione Salernitani Doc", ha detto Avella.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il muro dei ricordi: Salerno rende onore a Fulvio De Maio e Bruno Somma

SalernoToday è in caricamento