rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Calcio

La verità di Dia: "Non mi sono rifiutato di scendere in campo a Udine"

L'attaccante senegalese ha raccontato la propria versione in una intervista concessa a L'Equipe. I fatti risalgono al 2 marzo e la querelle con la Salernitana è arrivata al Collegio Arbitrale, che ha fissato l'udienza il 30 aprile

"Non ho mai rifiutato di entrare in campo a Udine". Boulaye Dia, fuori dai piani tecnici della Salernitana ormai da un mese e mezzo, escluso dagli allenamenti di gruppo con provvedimento del 4 marzo, controparte del club granata nella querelle sulla quale dovrà pronunciarsi il Collegio Arbitrale, ha deciso di raccontare al quotidiano francese L'Equipe la propria versione dei fatti. E l'ha amplificata con una storia social aggiungendo: "E' la prima e ultima volta che parlo".

Caso Dia: lo sfogo di Liverani

La ricostruzione dei fatti

La partita sotto la lente d'ingrandimento è quella del 2 marzo, Udinese-Salernitana. Al termine della gara, Liverani a mezzo stampa dichiara che Dia si è rifiutato di scendere in campo. Boulaye replica. "Al minuto numero 80, l'allenatore mi ha chiesto di andare a scaldarmi. Ho solo fatto un cenno con la testa: non pensavo di entrare, perché non mi ero riscaldato affatto prima. L'allenatore ha visto il mio gesto, mi ha detto subito di sedermi e ha chiesto a un altro ragazzo di andare a scaldarsi al mio posto. Subito dopo, ci siamo confrontati nello spogliatoio. Lui ci ha detto che doveva rimanere tra noi. Poi ha rivelato tutto in conferenza stampa. Non mi sono mai rifiutato di entrare e ho testimoni: ci sono compagni di squadra pronti a testimoniare. La Salernitana mi chiede venti milioni di euro di risarcimento danni e una riduzione del 50% dello stipendio fino alla fine della stagione. Il tutto senza giocare. Ora vogliono trovare un accordo per farmi tornare a giocare. Ho parlato con tutti: con l'allenatore, con il presidente, davanti alla squadra, non è cambiato nulla. Abbiamo parlato a lungo con l'allenatore, invano. Da allora mi alleno da solo, a parte. Il club ha sporto denuncia contro di me una settimana dopo". Nel frattempo il Collegio Arbitrale ha fissato l'udienza: parti convocate il 30 aprile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La verità di Dia: "Non mi sono rifiutato di scendere in campo a Udine"

SalernoToday è in caricamento