rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Salernitana in piena emergenza contro l'Empoli, parla Colantuono: "Dobbiamo restare agganciati al treno salvezza"

"Abbiamo le carte in regola per cercare di raggiungere la permanenza in categoria - ha detto l'allenatore - ho visto fin qui una buona squadra, sia a Bologna, sia in casa contro l'Atalanta. Ha avuto forza per rimontare la gara con il Verona". Poi l'affettuoso saluto a Castori

Tanti assenti, un solo obiettivo: vincere. La Salernitana non ha alternative ai tre punti, in una gara che potrebbe consentirle di rimettersi in corsa per la salvezza. Arriva l'Empoli: non è una corazzata ma è in fiducia, nonostante la sconfitta subita nell'ultimo match contro l'Atalanta. L'allenatore Colantuono è al debutto ma ha gli stessi problemi del predecessore Castori: conta gli arruolabili, chiede all'infermeria chi può togliere bende e cerotti (recuperati in extremis Strandberg e Obi) e chi, invece, dovrà far parte dei lungodegenti. Non ci sarà il pubblico delle grandi occasioni -. i biglietti venduti, al momento, sono 9854, 50 dei quali sistemati nel settore ospiti - ma l'obiettivo delle undicimila presenze è comunque largamente alla portata. Sugli spalti ci saranno anche i bambini della scuola calcio "Sognando un goal", invitati dal club.

La presentazione

Colantuono torna a Salerno e ritrova vecchi problemi nei quali si era imbattuto Castori. Oggi è anche la sua presentazione e il nuovo tecnico commenta: "La Serie A è una grande chance e con Salerno ho instaurato un bel rapporto, nonostante abbia fatto solo un anno, sei mesi e sei mesi. Mi ha contattato la proprietà, cioè l'amministratore unico Marchetti e poi il direttore sportivo Fabiani". Sugli infortuni, Colantuono non cerca alibi: "Non abbiamo tempo né voglia di piangerci addosso e di pensare a chi non c'è. C'erano degli infortuni e dobbiamo considerarne altri, ma noi dobbbiamo fare la nostra partita". Anzi, le partite: subito sotto con Empoli e Venezia: "Non cambierebbe la storia mia ma quella di tutti. Sono entusiasta e sono carico a mille. E' passato un po' di tempo rispetto alla mia ultima volta e ho trovato una squadra dispiaciuta. Saluto con grande affetto e stima Fabrizio (Castori, nda). Con lui ho un legame che dura da 30 anni, è come un fratello, sono conterraneo perché abitiamo nelle Marche. Ho tanti amici ma poi quelli ai quali sono più legato sono due, tre al massimo e lui è uno di questi. Qui c'erano calciatori molto legati a Fabrizio, lui è riuscito a scrivere pagine indelebili, ha scritto la storia e ha lasciato una traccia, insieme a Delio Rossi ed a Gipo Viani. Io spero di fare altrettanto. Manco da cinque anni dalla Serie A e ho l'impressione che rispetto ai miei tempi il gap tra chi sta davanti e chi sta dietro si sia molto più accentuato. La Salernitana è lì insieme ad un gruppone di squadre: è una neoprpomossa, deve consolidarsi nel primo anno e la cosa importante è che resti agganciata, perché poi da gennaio comincia un altro campionato". In passato fu detto che Colantuono era scappato di notte per troppe pressioni. Colantuono chiarisce ulteriormente: "Ho avuto grossio problemi familiari. Adesso è una storia nuova e la testa è libera Che cosa non è andato fin qui a Salerno, lo so e non lo so, perché non è corretto deontologicamente esprimersi. E' mancato anche un pizzico di fortuna, perché la Salernitana in molte partite, ad esempio contro l'Atalanta ed a Reggio Emilia contro il Sassuolo, se l'è giocata ad armi pare. Dobbiamo lavorare di più sui valori della squadra e cercare di ridurre le criticità". Poi la tattica: "Siamo in continua evoluzione, a prescindere dalla tattica. Ero indeciso se fare una cosa o un'altra ma le idee adesso sono per forza più chiare". La motivazione degli infortuni: "Dovremo rivedere qualcosa ma quello di Coulibaly è una sorta di infortunio traumatico, perché non è muscolare ma tendineo. Ruggeri non ha una ricaduta perché è un problema sì muscolare ma in un'altra posizione. Ora però abbiamo bisognio solo di giocare e di farlo in maniera gagliarda. Abbiamo le carte in regola per cercare di raggiungere la permanenza in categoria - ha detto l'allenatore - ho visto fin qui una buona squadra, sia a Bologna, sia in casa contro l'Atalanta. Ha avuto forza per rimontare la gara con il Verona. Secondo me, a questa squadra mancano punti. Strandberg e Obi non sono convocati per fare numero ma perché possono essere impiegati. Vediamo se sarà possibile dall'inizio". Colantuono recupera Ribéry e Obi. In quali modi può giocare Franck? "La Salernitana nelle ultime gare ha giocato con tre riferimenti offensivi e non sono condizionati dal ruolo. Ribéry è un giocatore che nella parte finale dell'azione pouò legare il gioco e Bonazzoli ha le stesse caratteristiche. Sono molto simili". Le caratteristiche dell'Empoli: "E' una squadra con un sistema di gioco inalterato dai tempi di Sarri, di Giampaolo, prima di Andreazzoli. Hanno la testa sgombra per un campionato al di sopra delle aspettative e giocano con la forza dei nervi distesi. Sono abituati al gioco e al palleggio. Verranno a fare una partita importante e quindi dobbiamo attenderci un'avversaria agguerrita". Il messaggio ai tifosi della Salernitana "non c'è, chi sono io per dire a gente che era presente in duemila unità in trasferta a La Spezia o, in base ai miei ricordi, per la massa di persone presente al mio debutto contro il Palermo. Qui c'è veramente il dodicesimo uomo, che spinge. L'altra faccia della pressione è l'attenzione, magari qualche critica in più ma questo fa poarte del gioco. Dobbiamo essere bravi noi a portarlio dalla nostra parte, facendo tutto il possibile per portare a casa la permanenza in categoria. E' un patrimonio di passione e di categoria da non disperdere. Chiedo solo pazienza, perché non è una matassa che si sbroglia in pochi giorni".

Le quote dei bookmaker

Nonostante la stagione sia ancora nella fase iniziale la sfida di sabato pomeriggio allo stadio “Arechi” tra Salernitana ed Empoli mette già in palio punti pesanti in chiave salvezza. I campani, guidati dal nuovo mister Stefano Colantuono, puntano al secondo successo interno consecutivo ma per i betting analyst di 888sport.it sono gli ospiti a partire in vantaggio, anche se lieve. Il segno "2" si gioca a 2,60, leggermente più alta la vittoria interna a 2,70 mentre il pareggio vale 3,50. A dispetto della posta in palio potrebbe venire fuori una partita aperta, tanto che l'Over, a 1,84, è ritenuto più probabile dell'Under, dato a 1,96. L’ultimo precedente tra le due squadre risale allo scorso campionato di serie B quando la Salernitana ottenne una vittoria fondamentale in ottica promozione con il punteggio di 2-0. Una nuova vittoria “all’inglese” dei padroni di casa per 888 vale 13 volte la posta, si gioca invece a 12 un pari con il risultato di 2-2, mentre il colpaccio degli uomini di Andreazzoli per 1-3 è offerto a 18.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana in piena emergenza contro l'Empoli, parla Colantuono: "Dobbiamo restare agganciati al treno salvezza"

SalernoToday è in caricamento