rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio

Salerno nel pallone: effetto granata, assalto alle ricevitorie per la gara con la Fiorentina

La vittoria della speranza, del riscatto del 7% che forse diventa qualcosa in più. I tifosi si sono messi in fila, all'ingresso dei punti vendita autorizzati, e vanno a caccia dei biglietti per assistere al lunch match del 24 aprile

Salerno nel pallone, Salerno (e provincia granata) in fila per acquistare il biglietto per assistere a Salernitana-Fiorentina. E' questo l'effetto della vittoria della speranza, del riscatto, ottenuta al fotofinish, al 93', al Dacia Arena contro l'Udinese. Il 7% forse diventa qualcosa in più: la Salernitana ha ripreso a viaggiare - come i propri supporter -, ha ripreso a speare. Così i tifosi si sono messi in fila, all'ingresso dei punti vendita autorizzati, e vanno a caccia dei biglietti per assistere al lunch match del 24 aprile, alle ore 12.30. Oggi alle ore 9.30, curva Sud temporaneamente non disponibile.

Lo scenario

Sono andati a ruba i biglietti di 2 euro per gli Under 14, in curva Sud Siberiano. Non sono mancate, però, le difficoltà: questa tipologia di tagliando può essere acquistata solo in ricevitoria, non on line. L'intoppo ha ingrossato le file in ricevitoria. Allo stadio, domenica, è annunciato anche l'arcivescovo Bellandi e dovrebbe esserci anche il maxischermo. Pure la Fiorentina ha giocato di mercoledì: è reduce dalla sconfitta (2-0) di Coppa Italia contro la Juventus, rischia di perdere per infortunio Torreira e dovrà valutare le condizioni fisiche di Milenkovic, che è rimasto in albergo per sindrome gastrointestinale. La Salernitana, invece, recupera Djuric e Mazzocchi, reduci dal turno di squalifica.

La voce dei tifosi

Antonio Positano: "Qualche volta i sogni si avverano anche per la Bersagliera. Tre punti importanti in chiave salvezza. Sepe ha salvato il risultato con un intervento strepitoso. Il nostro allenatore è artefice di questi risultati ed è un piacere vederlo in panchina con lo sguardo da tigre. Forza Salernitana. Fino alla fine". Il commento di Mimmo Rinaldi, tra il serio e il faceto: "Chiamate Iervolino: si deve muovere a fare lo stadio, per domenica ore 12:30 deve essere tutto pronto mo c'vonn 4 Arechi. Mamma mia che emozione incredibile. Al 94' credo che tante coronarie abbiano fatto la danza del ventre". Mario De Rogatis va di battuta: "L'Udinese ha visto i sorci... Verdi. Se devo attribuire un titolo alla gara di Udine, sceglierei: l'entusiasmo ritrovato. Gettiamo via ogni tabella o calcolatrice e giochiamocela fino alla fine, fino all'ultimo respiro. In seguito, qualunque sarà l'esito delle battaglie, applaudiremo questi grandi lottatori. Mi hanno impressionato la compattezza e l'equilibrio tra i reparti; la squadra ha dimostrato maturità e personalità, mancate in passato, che ci dovranno accompagnare nel finale di stagione. Domenica ci sarà la gara spartiacque, saremo il dodicesimo uomo in campo". "Grandissima vittoria, ottenuta credendoci fino alla fine e lottando su ogni pallone. Adesso possiamo guardare avanti con entusiasmo ed ottimismo", dice Paolo Toscano. Ciro Troise: "E certo che ci crediamo, il quart'ultimo posto inizia ad intravedersi. Vietato fare tabelle, domenica in campo per vincere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno nel pallone: effetto granata, assalto alle ricevitorie per la gara con la Fiorentina

SalernoToday è in caricamento