rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

"Noi siamo gli immortAli": il 10 maggio sarà per sempre il giorno della Salernitana

I granata sbancarono lo stadio Adriatico di Pescara e conquistarono la promozione in Serie A. Di quel gruppo, nell'attuale formazione allenata da Davide Nicola, sono rimasti Gyomber e Djuric come protagonisti, poi i centrocampisti Di Tacchio, Capezzi e Mamadou Coulibaly

Il 10 maggio resterà per sempre il giorno della Salernitana: i granata l'anno scorso sbancarono lo stadio Adriatico di Pescara e conquistarono la promozione in Serie A. Prima di conquistare la gloria e di far impazzire Salerno, riuscirono a battere proprio l'Empoli, che ora ritroveranno sul proprio cammino. Di quel gruppo, nell'attuale formazione allenata da Davide Nicola, sono rimasti Gyomber e Djuric come protagonisti, poi i centrocampisti Di Tacchio, Capezzi e Mamadou Coulibaly.

Il ricordo

Anderson (contro Fiorillo, attuale portiere della Salernitana) su calcio di rigore, Casasola, Tutino: il tris della storia fu servito in uno stadio che in precedenza aveva consegnato una retrocessione nello spareggio con il Cosenza e un pareggio (incidenti sugli spalti) in occasione di una sfida al Pescara che si incrociava a distanza con un'altra del Perugia. Quel pomeriggio no, solo cose belle in una giornata di sole ma senza esodo: il 10 maggio, Castori fu portato in trionfo e gli immortAli fecero festa fino a notte fonda in un albergo di Roccaporena. Promozione al tempo del Covid, ma la città impazzì comunque di gioia. Kupisz, fumando il sigaro, volle replicare a Balotelli che in precedenza lo aveva snobbato: "Io sono scarso ma vado in Serie A. Tu, invece, playoff...". Casasola e Gondo, oggi alla Cremonese, hanno ottenuto la seconda promozione consecutiva nel salotto buono del calcio. Gli immortAli seguono ciascuno il proprio percorso professionale ma resteranno per sempre uniti - un gruppo di ferro - nel cuore della gente e anche sui social, dove non dimenticano di scherzare e di farsi gli auguri di buon compleanno. Oggi questo patrimonio e questa strada tracciata vanno tutelati e conservati. Vecchia guardia e nuovi califfi granata: tutti insieme, ad Empoli, per gridare "difendiamolA". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Noi siamo gli immortAli": il 10 maggio sarà per sempre il giorno della Salernitana

SalernoToday è in caricamento