rotate-mobile
Calcio

Dal 7% alla nuova Salernitana: Sabatini parla di Cavani, Djuric, Bonazzoli e Verdi

Il direttore sportivo granata considera operazione impossibile l'ingaggio di El Matador, stella ex Napoli. Ha riservato stoccate all'entourage di Djuric e ha in programma interlocuzioni con gli altri due attaccanti

"Mai più una squadra da infarto. Faremo una squadra competitiva per la categoria: se gioco contro la Juventus e il Milan, non devo partire battuto in partenza. Mai più una Salernitana cuscinetto". Il direttore sporrtivo Walter Sabatini ha già la testa nel pallone, la salvezza è già metabolizzata. Il futuro granata passa per le mani e per le intuizioni di un dirigente che vive di calcio e sente la Salernitana sulla propria pelle, nuova dimensione, nuova adrenalina. 

Festa per il compleanno granata e trasferta in Austria

Lo scenario

Il futuro riserverà anche il valzer degli attaccanti: Cavani, Djuric, Bonazzoli, Verdi. Sabatini ha passato tutto al setaccio e non ha lesinato riflessioni, amorevoli consigli ma pure stoccate. Il budget per il mercato sarà di 30 milioni di euro "ma non getteremo - ha detto - neppure un centesimo". Cavani è un desiderio, un cognome roboante che intriga il patron Iervolino. Ecco il ds: "Il presidente può dire ciò che vuole, è il padrone, ma credo lo abbia detto anche in buona fede, preso dall'entusiasmo. Da operatore di mercato, dico che Cavani è un'operazione impossibile, non consigliabile". Djuric è in questo momento in una fase di limbo. Sabatini ricostruisce: "C'eravamo mossi con un pizzico di ritardo, ma poi due mesi fa è arrivata la proposta al calciatore, attraverso il procuratore. Subito dopo la salvezza ho inviato un messaggio e ho chiesto di affrettarsi a decidere, altrimenti ci saremmo ritenuti liberi di battere altre piste. Ci sono anche regole, in materia di contratti, che vanno rispettate". Sabatini considera Bonazzoli "il giocatore italiano più bravo del nostro campionato" ma gli parlerà per "capire se a 25 anni se la sente di sposare il progetto o preferisce altri step". Riguardo Verdi, che l'11 giugno convolerà a nozze, "ha un altro anno di contratto con il Torino, decide lui più che il Toro ma è portatore di uno stipendio pesante e bisognerà valutare". Nel frattempo alla Salernitana è stato e sarà proposto Aramu, gioiellino del Venezia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 7% alla nuova Salernitana: Sabatini parla di Cavani, Djuric, Bonazzoli e Verdi

SalernoToday è in caricamento