rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Calcio

Salernitana, salvezza a 10 punti e ricorso del Venezia: è la settimana decisiva

E' una partita a scacchi, è una corsa all'ultima sentenza, che può restituire partite jolly alla squadra granata. Il 10 marzo, da remoto, il pool di avvocati della Salernitana e quelli dei lagunari saranno convocati dalla Corte sportiva di appello nazionale. Il Venezia si oppone alla sentenza del giudice sportivo, gara da ripetere

La salvezza resta a 10 punti: il Cagliari è stato sconfitto in casa dalla Lazio, il Genoa soffre di "pareggite" ed è stato bloccato in casa dall'Empoli, il Venezia ha perso 4-1 in casa contro il Sassuolo, prossima avversaria della Salernitana allo stadio Arechi. 15 punti per i granata allenati da Davide Nicola e 25 per il Cagliari che dovrà anche far visita a Djuric e compagni allo stadio Arechi. L'impresa resta ardua, ma non impossibile, se la Salernitana riuscisse a cambiare marcia, a vincere qualche partita. Chi ha 26 punti non è tranquillo: lo Spezia ha perso contro la Roma e poi ha perso anche all'Allianz Stadium contro la Juventus. Le altre piccole iniziano a segnare il passo e la Salernitana ha sempre due gare jolly da recuperare.

In punta di diritto

Inizia, non a caso, un'altra settimana decisiva da vivere non solo in campo ma anche nelle aule dei tribunali dello sport. E' una partita a scacchi, è una corsa all'ultima sentenza, che può restituire partite jolly alla squadra granata. Il 10 marzo, da remoto, il pool di avvocati della Salernitana ed i legali del Venezia saranno convocati dalla Corte sportiva di appello nazionale. Il Venezia si oppone alla sentenza del giudice sportivo, che ha deciso la ripetizione della partita fantasma Salernitana-Venezia non giocata il 6 gennaio, in seguito alla raffica di contagi Covid che spinse l'Asl di Salerno a firmare un provvedimento di isolamento per i calciatori infettati e di quarantena per i contatti stretti di squadra. E' assai probabile che, a prescindere dalla decisione della Corte sportiva, attesa nella serata di gioved 10 marzo (la Salernitana ieri ha depositato memorie difensive), si arrivi comunque all'ultimo grado di giudizio, cioè al Coni. Al terzo grado è già approdato il caso Udinese. E' in ballo, infatti, la ripetizione dell'altra gara fantasma, non disputata (sempre per Covid) al Dacia Arena di Udine, il 21 dicembre 2021. La Corte sportiva di appello nazionale si è già pronunciata e ha disposto la ripetizione della gara. L'Udinese ha tempo fino al 25 marzo per presentare ricorso al Coni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana, salvezza a 10 punti e ricorso del Venezia: è la settimana decisiva

SalernoToday è in caricamento