Sport

Carpi - Salernitana: ecco la cronaca della gara

Al Cabassi, una volenterosa ma imprecisa Salernitana cede nuovamente il passo ai romagnoli. Nel 1°tempo i granata sciupano troppo e vengono castigati al 34' dall'unico acuto dei padroni di casa frutto di una prodezza di Malcore. Nella ripresa invece è Rodriguez a divorarsi l'occasione più clamorosa

Pur con tanta volontà profusa, la Salernitana di Bollini cede nuovamente il passo al cinico Carpi di mister Calabro. Nonostante l'importante mole di gioco prodotta dai granata (anche se a tratti lenta, confusa e farraginosa), troppi sono stati gli errori sotto porta da parte di Gatto e soci: in più occasioni infatti, i terminali offensivi campani hanno sprecato occasioni troppo limpide per esser sciupate, facendo dannare l'anima agli oltre 400 supporter giunti fino in Romagna. Oltre alle già evidenziate lacune in difesa, lampanti quest'oggi sono apparse le carenze in fase di finalizzazione del gioco: manca come il pane uno stoccatore rapace come Massimo Coda, nonostante Bocalon si sia dannato l'anima pur di reggere da solo il peso dell'attacco. Inguardabile il suo competitor Rodriguez, compeltamente fuori condizione e poco lucido negli ultimi 16 metri. Poca qualità anche sugli esterni, dove Gatto ha fatto rimpiangere il peggior Rosina degli ultimi tempi. 

Primo tempo

I primi 10’ di gara scivolano via senza grandi sussulti e con squadre che badano più a studiarsi.  Al 16’, la gara si scuote dal torpore con una Salernitana vicinissima al gol del vantaggio: Rossi imbecca splendidamente in area Gatto, l’ex Ascoli aggancia la sfera, ma tu per tu con Colombi, scarica addosso all’estremo difensore romagnolo. Al 23’, Colombi è costretto nuovamente agli straordinari per neutralizzare in angolo una sventagliata di Odjer dal limite dell’area. Sul corner seguente, anche Minala in acrobazia va vicino al colpo grosso, ma la mira del camerunense lascia a desiderare. Al 34’, fiammata improvvisa dei padroni di casa che passano in vantaggio grazie ad una prodezza in acrobazia di Malcore, che trafigge Radunivoc. Nella fattispecie, il centravanti romagnolo è bravo a sorprendere sul filo del fuorigioco una difesa granata mal schierata. Al 40’, una disattenzione di Colombi, per poco non compromette il vantaggio appena acquisito dei romagnoli, ma Bocalon non è lesto nell’approfittare. In zona Cesarini, Malcore prova a centrare la sua personale doppietta con un tiro potente dai 25 metri, stavolta però Radunovic fa buona guardia.

Secondo tempo

Nella ripresa, la Salernitana pigia immediatamente il piede sull’acceleratore per agguantare il pari, e al 3’ lo sfiora con una bella inzuccata di Perico in proiezione offensiva sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la sfera però colpisce clamorosamente l’incrocio dei pali. Al 10’, un tiro cross di Jelenic crea qualche imbarazzo di troppo alla difesa granata, ma nessun centravanti romagnolo riesce a ribadire in rete la sfera. Al 10’ e all’11’ il Carpi va vicinissimo al gol del raddoppio prima con Mbakogu con un colpo di testa neutralizzato non senza difficoltà da Radunovic, e poi con Malcore che da buona posizione spara alto.  Al 13’, la Salernitana prova a rispondere, ma la girata da fuori area di Bocalon non è delle migliori. Al 15’, Verna, ben pescato da Mbakogu, ci prova con un destro che si alza altissimo sulla traversa. Al 17’, incredibile chance sprecata dal neo entrato Rodriguez che solo davanti alla porta spara la palla alle stelle. I romagnoli rispondono immediatamente con un bolide di Sabbione scagliato dai 35 metri, Radunovic c’è e devia in angolo. Al 20’, Bocalon ci prova nuovamente liberandosi al tiro in area con un gioco di prestigio, ma la conclusione del veneziano è fiacca e imprecisa. La Salernitana prova nell’ultimo quarto d’ora a mettere nell’angolo la formazione biancorossa, ma il fortino eretto da Ligi e compagni regge. Al 34’è Bernardini con uno stacco di testa a impensierire la retroguardia dei padroni di casa, ma neanche stavolta la palla entra. Al 41’, approfittando di una Salernitana scopertissima, Mbankogu in ripartenza va vicino al gol del 2 a 0, ma il pallonetto del centravanti romagnolo è debole. Al 42’, Gatto da buona posizione cicca la conclusione al volo a pochi metri dalla porta difesa da Colombi. Al 44’, Malcore in contropiede prova lo spunto su Perico, ma il tiro colpisce sul fondo. In zona Cesarini, con le residue energie, l’undici di Bollini si proietta in avanti alla disperata e ci prova con un’altra sventagliata dal limite dell’area di Odjer, ma stavolta il mediano granata non centra lo specchio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi - Salernitana: ecco la cronaca della gara
SalernoToday è in caricamento