menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Pica

Foto di Massimo Pica

Cosenza-Salernitana: le pagelle granata

Prestazione impalpabile della Salernitana nello 0-0 di Cosenza. Si salvano solo Perrulli e Franco

Gori sv: spettatore non pagante;

Tuia 4,5: il Cosenza attacca solo mediante qualche sporadica ripartenza. Pur tuttavia, riesce a dare al pacchetto arretrato un forte senso di insicurezza, errando in agevoli disimpegni;

Trevisan 5,5: più di qualche sbavatura. Si lascia preferire, per attenzione, ai suoi colleghi di reparto perchè riesce a sbrogliare qualche situazione insidiosa;

Bocchetti 5: non corre nè difende. Statico. Arrivato da pochissimo alla corte granata, appare decisamente disorientato;

Colombo 5: anonima, come è anonima la partita in generale. Si perde nel marasma del nulla di tutta la mediana granata;

Bovo 5 : manca Pestrin e lui lo fa rimpiangere. Non difende nè propone. Male;

Favasuli 5: ben poca roba la sua prestazione;

Franco 6: l'unico, oltre a Perrulli, a tentare il cross e cercare la sovrapposizione per creare la superiorità numerica. Dalle sue parti si intravedono argomenti per il guizzo vincente fino a che, inopinatamente, mister Menichini non decide di sostituirlo (dal 33'st Mendicino sv: poco più di 15', troppo poco per una valutazione obiettiva. Tocca pochissimi palloni);

Nalini 4,5: lontano parente del giocatore dalle buone prestazioni di inizio stagione. Torna dopo diverso tempo dal 1', non si comprendono i motivi per i quali giri di molto alla larga dal cuore della manovra, o presunta tale (dal 6'st Negro 5,5: ci mette un po' di corsa e spedisce fuori di testa da buona posizione. Per il resto incide poco nell'economia della gara);

Calil 4,5: Chi l'ha visto? A RAI 3 certamente nessuno. Come nessuno l'ha visto in campo al San Vito. Il bomber è in versione "indietro tutta";

Perrulli 6: è il più in forma della squadra. Considerato che è il penultimo arrivato alla corte granata, è tutto dire. Detta i tempi di quel poco di gioco che si vede sul fronte Salernitana. Tenta il suggerimento per il compagno libero, apre il gioco, corre e conclude. Se non giocasse in mezzo al nulla, darebbe ancora di più. Nonostante ciò, il trainer lo spedisce anzitempo fuori dal campo (dal 6'st Gabionetta 4,5 : forse sarà la saudade, forse si sente fuori posizione. Non gioca e non fa giocare. Controproducente);

Menichini 4,5: la sua squadra reitera una prestazione imbarazzante e perde la vetta. Con i cambi che pone in essere annulla quel poco di buono che la sua truppa fa vedere. Terza gara in trasferta senza vittoria, una rete in quattro gare. La squadra non fa gioco e ne fanno le spese soprattutto gli attaccanti, mai in rete nelle ultime quattro apparizioni. In casa ha i rimedi per uscire fuori da questo stato di cose. Ha gli uomini giusti, indipendentemente da ciò che potrebbe giungere dal calcio-mercato: basta far ritrovare l'identità smarrita alla squadra che bene stava facendo fino ad un mese fa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento