Sport

Salernitana imbattuta, la voce dei tifosi: "Felici per la vittoria, squadra incompleta"

La Salernitana sbanca il "Bentegodi" di Verona e si prepara alla sosta del campionato ma soprattutto alle ultime battute di calciomercato. I tre punti conquistati in trasferta e in rimonta contro il Chievo restituiscono fiducia all'ambiente ma non esaltano i tifosi granata

La Salernitana sbanca il "Bentegodi" di Verona e si prepara alla sosta del campionato ma soprattutto alle ultime battute di calciomercato. I tre punti conquistati in trasferta e in rimonta contro il Chievo restituiscono fiducia all'ambiente ma non esaltano i tifosi granata. Anzi, i supporter riflettono sulle lacune da colmare e chiedono alla società di intervenire in extremis.

La voce dei tifosi

Mario De Rogatis: "Sono stati conquistati tre punti importantissimi, in termini di autostima, consapevolezza delle proprie forze ed entusiasmo per il futuro. Vincere a Verona non sarà facile per nessuna squadra, anche se la dea bendata ci ha dato una mano. I granata, dopo un deludente primo tempo, hanno lottato e mostrato di avere grinta da vendere. Il nostro parco attaccanti è di tutto rispetto, ma non trascurerei comunque i limiti nella costruzione del gioco, su cui Castori dovrà lavorare tanto, magari con qualche rinforzo a centrocampo. Finalmente una soddisfazione". Mimmo Rinaldi: "La Salernitana ha vinto ma nelle battute finali ha rischiato di compromettere tutto. L'arbitro fortunatamente non ha visto "qualche" rigore per il Chievo. Si riparte da dove eravamo rimasti e cioè incompleti". Sui singoli: "Il portiere Belec abbiamo visto che è in gran forma - dice il tifoso con ironia - Ora sta a noi capire se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto. Si parte da una base incontrovertibile: la piazza non vuole questa società". Al termine della vittoria nel segno della coppia gol, Ciro Troise è telegrafico e pone un interrogativo al quale solo il campo, con il trascorrere dei mesi, potrà dare risposta: "Tutino-Djuric i nuovi Coda-Donnarumma?". Antonio Positano: "Due lampi che danno i tre punti. Nel primo tempo abbiamo giocato poco e male, meglio nella ripresa dove avevamo più forza fisica del Chievo. Buono impatto sul campionato da parte di Tutino e adesso anche di Casasola, che si è in parte riscattato dalla partita opaca con la Reggina. Capezzi è entrato bene in partita quando è stato chiamato in causa e Kupisz sembra un giocatore organico al progetto Castori. Servono ancora calciatori in difesa ed a centrocampo". Paolo Toscano: "L’unica nota positiva sono i tre punti. Per il resto, a mio avviso, abbiamo giocato una pessima partita. Squadra senza idee e senza gioco, portiere inguardabile, difesa e centrocampo inesistenti. Ringraziamo le sviste arbitrali e speriamo bene per il futuro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana imbattuta, la voce dei tifosi: "Felici per la vittoria, squadra incompleta"

SalernoToday è in caricamento