Città di Messina - Gelbison 3-0: Trinacria amara per i rossoblu

Si apre male il girone di ritorno per i ragazzi di mister Erra

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La Sicilia si conferma terra amara per la la Gelbison. I rossoblu rimediano la quarta sconfitta stagionale sull'isola al termine di 90' in cui non sono mai riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Sannino. Prestazione incolore quella messa in campo dagli uomini di Erra che nel giro di undici minuti (28' st, 38' st, 29' st) sono stati annichiliti dai tre goal dei giallorossi padroni di casa. Nonostante la giornata no, è stato necessario un calcio di rigore, alla metà del secondo tempo, scaturito da un involontario fallo di mano di Manzo, a spianare la strada ai peloritani. Erra, privo di capitan Pecora, dava fiducia a Santonicola a metà campo confermando per il resto la squadra che tanto bene aveva fatto nel girone di andata con Di Filippo e Grimaudo sugli esterni a supporto di Sene e Galantucci.

Fin dalle prime battute, la squadra di casa prendeva in mano le redini del gioco con il capitano Assenzio a dettare i tempi di gioco e a tentare di innescare il tridente di attacco composto dagli scatenati Citro, Saraniti e Bongiovanni, ottimo sostituto dello squalificato Tiscione. La difesa della Gelbison, sorretta dal rientrante Pascuccio e da Manzo, riusciva ad arginare le manovre d'attacco dei messinesi che si affacciavano più volte dalle parti di Spicuzza senza mai riuscire ad impensierire seriamente l'estremo difensore cilentano.

La ripresa si apriva con una Gelbison maggiormente propositiva: prima Galantucci e poi Santonicola si facevano largo tra le maglie della difesa siciliana creando qualche grattacapo dalle parti di Mannino.
Subito dopo i giallorossi andavano vicina alla segnatura prima con Citro e poi con Saraniti sulle cui iniziative Spicuzza risultava miracoloso. Al 27' l'episodio che cambiava il match. Manzo, nel tentativo di anticipare di testa Saraniti, colpiva il pallone di mano: dal dischetto si presentava lo stesso numero nove che con un tiro forte e centrale batteva Spicuzza.

Subita la rete dello svantaggio, i rossoblu non riuscivano nemmeno ad abbozzare una reazione che venivano trafitti per altre due volte dalle realizzazioni in contropiede di Citro e Bongiovanni che coronovano con un goal la grande prestazione personale. Alla Gelbison non restava altro che attendere il triplice fischio finale che sanciva la quarta sconfitta stagionale dopo quelle rimediate sui campi siciliani di Licata, Nissa e Ribera.

Al termine dell'incontro, il vice Presidente Carmine Mainenti visibilmente amareggiato ha così analizzato la partita: "Fa male commentare un risultato così rotondo che penalizza oltre misura i nostri ragazzi che hanno avuto la colpa di disunirsi dopo essersi trovati in svantaggio. Comunque non è stata la solita Gelbison. C'è bisogno che, fin da martedì, tutto il gruppo si rimbocchi le maniche e ricominci a lavorare sodo perchè ancora nessuno obiettivo è stato raggiunto. Domenica prossima ci aspetta un'altra partita difficile contro il Montalto, quarto in classifica: ci vorrà la migliore Gelbison per portare a casa i tre punti e rimettersi in corsa dopo queste due dolorose sconfitte".

CITTA' DI MESSINA - GELBISON 3-0

CITTA' DI MESSINA: Mannino, Dombrovoschi, Viscuso, Avola (20′ st Giardina), Cirilli, Cammaroto (18′ st Cappello), Cucè (40′ st Bruno), Assenzio, Saraniti, Citro, Bongiovanni. In panchina: Taranto, Munafò, D’Angelo, Bombara. ALL. Pasquale Rando.
GELBISON: Spicuzza, Magliocca, Mustone, Manzillo, Pascuccio, Manzo, Di Filippo (44′ st Monzo), Santonicola, Sene (25′ st De Cesare), Galantucci, Grimaudo (30′ st Maese). In panchina: Nappi, Melcarne, Liguori, Passaro. ALL. Alessandro Erra.
ARBITRO: Fabio Schirru della sezione di Nichelino.
RETI: 28′ st Saraniti su rigore, 38′ st Citro, 39′ st Bongiovanni
AMMONITI: 34′ pt Manzillo (G), 18′ st Cucè (CdM), 24′ st Sene (G), 26′ st Magliocca (G), 27′ st Manzo (G), 47′ st Giardina (G).
RECUPERO: 2′ pt, 4′ st.
 

COSI' ALL'ANDATA

Torna su
SalernoToday è in caricamento