Effetto coronavirus nel calcio, decisione dei presidenti: "Stop agli stipendi di marzo"

I club vogliono la sospensione retroattiva, cioè da quando sono stati stoppati i campionati. Nel caso della Salernitana, il pallone ha smesso di rotolare dal 14 marzo

Il co-patron della Salernitana, Marco Mezzaroma, vice presidente di Lega

Sforbiciata agli ingaggi dei calciatori e nuove agevolazioni da chiedere alla Federcalcio, propedeutiche all'isicrizione al prossimo campionato. La Serie B tira la riga in assemblea. Le venti società, riunite in video conferenza insieme al presidente Balata, hanno esaminato le ricadute economiche del coronavirus che paralizza anche l'attivittà agonistica.

Gli scenari

I club vogliono la sospensione retroattiva, cioè da quando sono stati stoppati i campionati. Nel caso della Salernitana, il pallone ha smesso di rotolare dal 14 marzo. I bonifici ripartiranno quando riprenderanno anche gli allenamenti. Il pallone adesso passa tra i piedi della Federcalcio ma soprattutto dell'Assocalciatori, che già prennuncia battaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona rossa: spostarsi in un altro comune? Per la spesa sì, per il parrucchiere no

  • Litorale di Salerno, spunta la diga soffolta per allungare la spiaggia

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Sviene quattro volte in un giorno e gira tre ospedali, poi il decesso: indagati 2 medici

  • "Forza Capitano!": Salerno fa il tifo per Carmine Novella

  • Ictus fulminante: muore a 54 anni il dottor Luongo, il cordoglio del sindaco di Montano Antilia

Torna su
SalernoToday è in caricamento