menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salernitana, a super Lombardi risponde La Gumina: i granata pareggiano ad Empoli

Botta e risposta allo stadio Castellani: l'ala destra di Ventura porta in vantaggio l'ippocampo, poi Pinto si fa sorprende da La Gumina e i toscani impattano

Un pareggio che ha il gusto del brodino: la Salernitana pareggia ad Empoli (1-1) interrompe la striscia negativa in trasferta che durava da cinque gare ma non fa il blitz che le avrebbe dato slancio in classifica. Di nuovo rimontata, la squadra granata beneficia al  93' dell'occasione del colpaccio ma Djuric la spreca clamorosamente.

Le scelte

L'allenatore della Salernitana Gian Piero Ventura deve rinunciare a Jaroszynski, squalificato e utilizza Pinto. A centrocampo, in vista del tour de force - tre partite in otto giorni - riposa Di Tacchio e gioca solo Dziczek. Rientra Maistro.

Supporter al seguito

La trasferta in Toscana è condizionata da alcuni contrattempi per la torcida granata: problemi con il treno diretto ad Empoli. Venduti in totale 280 biglietti per il settore ospiti.

La cronaca

Al 3', il primo pericolo per la porta di Micai: Bajrami tira con il destro dal limite, il portiere granata blocca a terra. Replica subito la Salernitana al 4': mischia al limite dell'area empolese, conclude Pinto ma il pallone è alto sulla traversa. Al 9' fa tutto Gondo: Maietta perde palla sulla trequarti, la percussione dell'ivoriano è poderosa, tiro di destro all'ingresso dell'area ma Brignoli ci arriva con la punta delle dita distendendosi sulla propria sinistra. Vale quanto un gol, al 10', la diagonale difensiva di Lombardi che gira dietro le spalle di Migliorini, soffia il pallone a Bandinelli e salva la Salernitana. Apprezzabile la circolazione di palla dei granata al 19': Maistro scarica su Djuric che usa il fisico da corazziere per proteggere il pallone e poi smista sulla sinistra per Kiyine. Il nazionale marocchino converge e prova la conclusione di destro a giro: fuori di un soffio. Lo imita Lombardi dalla fascia opposta, al 27': stessa dinamica, dribbling in bello stile su Bajrami, conclusione di sinistro carica di effetto ma centrale, Brignoli prolunga in angolo. La partita è apertissima e occorre Dziczek in formato carroarmato per fermare in ruvido ma efficace tackle La Gumina lanciato a rete, dopo l'errore di Migliorini. La più ghiotta occasione si concretizza, però, al 35' ed è di marca granata: un rimpallo favorisce Gondo che, in piena area, conclude a botta sicura verso la porta dell'Empoli. Provvidenziale la deviazione di Romagnoli che "strozza" il pallone, evitando il gol.

Botta e risposta

Al 39' i granata sbloccano il risultato. Bellissima l'apertura di Gondo che fa viaggiare Lombardi sulla destra. L'ex Venezia stoppa a seguire, si invola, alza la testa, salta Veseli in dribbling e in diagonale, di destro, mira al palo lungo: è imparabile per Brignoli. Esultano gli ultras nel settore ospiti (non mancano i cori contro Lotito) e la panchina della Salernitana. Il vantaggio dura poco, perché al 46' i granata si fanno male da soli: svarione di Pinto (già malconcio al ginocchio) sulla trequarti, La Gumina triangola con Bajrami e di piatto destro supera l'incolpevole Micai.

La ripresa e i contrattempi

All'intervallo, Ventura deve rinunciare a Pinto, infortunato, e sceglie Billong. L'ingresso del francese ha come conseguenza lo spostamento di Migliorini sul centro sinistra. Non entra Heurtaux, che l'allenatore non ritiene ancora pronto atleticamente ("Lo convoco ma viene a  respirare aria di prima squadra", aveva detto in conferenza di presentazione), nè Lopez che è mancino ma diffidato come Jallow, Di Tacchio e dalla prossima settimana anche Kiyine. Nel frattempo l'Empoli pigia sull'acceleratore e al 5' del secondo tempo sfiora il 2-1. Dziczek perde palla a centocampo e Mancuso mira all'incrocio dei pali. Micai è prodigioso e "schioda" il pallone dall'incrocio. La Salernitana rischia grosso al 14': Bajrami dalla destra pesca in area La Gumina che stacca tra Billong e Karo ma buca clamorosamente il pallone. Ventura corre ai ripari e prova a contrastare l'Empoli utilizzando giocatori di maggiore velocità sulle fasce. Al quarto d'ora della ripresa, esce Maistro, entra Cicerelli e Kiyine scala mezzala. Negli ultimi minuti diventa protagonista anche l'arbitro Volpi di Arezzo: dapprima ammonisce Ventura (era diffidato), poi non sanziona con l'ammonizione una "cintura" prolungata di Cicerelli ma soprattutto non sventola il secondo giallo sotto il naso dell'empolese Maietta che era già ammonito e la fa franca quando impedisce a Gondo di involarsi in contropiede al 40'. Clamoroso l'errore di Djuric al 3' di recupero: cross di Lombardi dalla destra, il bosniaco a colpo sicuro di testa ma è miracoloso Brignoli. Il tap-in è un rigore in movimento ma Djuric a porta vuota non inquadra lo specchio. Sul ribaltamento di fronte è clamoroso anche l'errore di Mancuso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento