menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sprocati in azione (Foto Gambardella)

Sprocati in azione (Foto Gambardella)

Foggia - Salernitana: le scelte di mister Colantuono

Il tecnico granata conferma il 3-4-3 andato di scena contro l'Entella e buona parte della squadra capace di battere i liguri. Possibili novità in mediana, reparto dove permangono i principali dubbi di formazione del trainer

Con la salvezza acquisita matematicamente e la nave saldamente ben ormeggiata nel porto, la Salernitana di mister Colantuono si appresta ad affrontare domani l'ultima trasferta della stagione. Ad attendere al varco Sprocati e soci, il Foggia allenato da mister Stroppa che ancora conserva segretamente residue speranze di agganciare miracolosamente la zona play off.  Una gara questa che, se solo fosse arrivata con qualche settimana d'anticipo, avrebbe sicuramente garantito tanti spunti tecnici oltre che agonistici, giungendo però alla penultima di campionato perde - anche perché i giochi sono ormai fatti - un po' in quanto ad appeal. Ciò nonostante, le due compagini saranno chiamate ad onorare l'impegno agonistico, non fosse altro per il pubblico pagante atteso numeroso allo Zaccheria. 

La formazione

Al di là del clima sicuramente più sereno che si rispira dentro e fuori la squadra dopo il raggiungimento dell'obiettivo stagionale, Stefano Colantuono non ha nessuna intenzione di trasformare la trasferta in Puglia in una scampagnata di piacere. Certo, venendo meno le motivazioni, non sarà impresa semplice per il tecnico tenere sulla corda dei calciatori oramai paghi e sazi della salvezza appena conseguita, ma si spera almeno che la squadra possa offrire una prestazione dignitosa al di là della posta in palio. Per provare ad ovviare, il trainer laziale sembra pronto a varare una formazione a trazione anteriore, del tutto simile a quella scesa in campo nell'ultima gara casalinga contro la Virtus Entella. In questo senso, Colantuono confermerà innanzitutto il modulo adottato contro i luguri, ovvero il 3-4-3; poi, in linea di massima, anche l'ossatura base della squadra dovrebbe - grossomodo - la stessa, salvo qualche novità per quel che concerne la linea mediana. Davanti a Radunovic dunque, difesa a tre composta da Monaco, Mantovani e Tuia (Schiavi, ancora alle prese con dei postumi influenzali, non è stato convocato); a centrocampo, gli unici certi di una maglia sembrano essere Akpa Akpro al centro e Casasola sull'out destro, mentre per gli altri ruoli è ancora bagarre: al centro della mediana Signorelli sempre il maggior indiziato a sostituire Minala (non al top della forma), Odjer e Ricci però sembrano ancora poter insidiare la candidatura dell'italo-venezuelano; sull'out mancino invece è corsa a due tra Popescu (favorito) e Di Roberto, nessuna chance invece per Vitale che paga con la mancata convocazione l'esecrabile battibecco con Rosina durante la gara con la Virtus Entella. In attacco invece, confermato in blocco il tridente composto da Rosina e Sprocati sulle fasce e da Bocalon vertice centrale.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento