Grosseto-Salernitana, 2-1: i Granata scivolano sul più bello

Rincorsa interrotta. Squadra spenta e sottotono. Il Grosseto la spunta portandosi in vantaggio su rigore e raddoppiando nella ripresa. Volpe accorcia le distanze ma la truppa di mister Gregucci, viva solo a tratti, esce sconfitta

Battuta d'arresto per la squadra di patron Claudio Lotito. Sconfitta per 2-1  a parte, che in periodo di veemente ricorsa può starci, non sono piaciuti l'approccio e l'applicazione. Non c'è stata l'intensità del travolgente ultimo mese. Molta poca compattezza e molta poca incisività in un pomeriggio che mister Gregucci, ai microfoni nel post gara, si augura sia solo una parentesi. Primo tempo rinunciatario ed impacciato con due occasioni a favore prodotte solo verso il termine. Il secondo tempo ha visto una squadra viva solo a sprazzi e con ben poca verve. Il Grosseto fa la sua partita con molti errori tra i molti svarioni degli ospiti. Conquista il successo pieno che segna il primo ko della gestione del trainer granata. Un'occasione persa per la Salernitana che, anche in caso di pari, visti i concomitanti risultati degli altri campi e considerata la vittoria a tavolino per 3-0 sulla Nocerina di Domenica prossima, si sarebbe potuta presentare al match dell'Arechi del 23 Marzo contro il Catanzaro per la definitiva consacrazione delle proprie velleità di vittoria negli spareggi play-off. 

Giornata di campionato di Lega Pro I Divisione girone B numero ventisette. Granata in campo per aggiungere morale ed entusiasmo al loro avvincente momento che, in poco più di un mese ha contemplato 13 punti in 5 partite in campionato ed ha guadagnato l'accesso in finale di Coppa Italia di Lega Pro. Devono tenere alta la media dei risultati per assestarsi in una posizione quanto più favorevole all'inteno della griiglia play-off. Viste le squalifiche di Bianchi, Tuia nonchè di Pestrin, mister Gregucci affida a Pepetuini e Sembroni il ruolo di coppia centrale della retroguardia, completata da Scalise a destra e Piva sulla mancina. Montervino e Volpe sono i mediani a proteggere il trio avanzato composto da Foggia, Mancini e Gustavo. Unico terminale d'attacco è Mendicino. I padroni di casa al via con un ibrido 4-4-2 che può essere inteso come un 4-3-3, in cui Bombagi fa da pendolo tra la mediana e il duo d'attacco. Qualche problema di formazione per mister Acori, privo di Marotta e Terigi, alla guida di un Grosseto che è probabilmente all'ultima chiamata per tenersi in ottica nono posto in classifica, ultimo valevole per l'accesso agli spareggi post season.

Equilibrio in avvio di contesa, maremmani e campani sono in fase di studio inframezzata da ripetuti fischi arbitrali. All'8' improvvido tocco all'indietro di Montervino su sbilenco rilancio di Gori, ostruito dal vento, che favorisce la volata del biancorosso Ferretti verso la sfera, intervento falloso del portiere granata in area di rigore e massima punizione decretata in favore dei padroni di casa: dal dischetto si presenta lo stesso Ferretti che spiazza Gori per il vantaggio. Ospiti che reiterano in ininfluenti lanci lunghi delle retrovie a scavalcare la zona nevralgica del campo nel tentativo di servire Mendicino, stretto nella morsa della concentrata linea difensiva di casa. Non riesce a produrre nulla di fattivo la Salernitana, imbrigliata dal fraseggio del Grosseto, e la prima conclusione verso la porta avversaria arriva solo al 20', allorquando Foggia, di sinistro, manda abbondantemente la palla a spegnersi sul fondo. Partita tendenzialmente soporifera, molti errori in fase di costruzione da parte dei Granata che rischiano di subire ancora al secondo affondo dei maremmani: Ferretti, al 29', tutto solo, in piena area decentrato sulla destra, a pochi passi da Gori piazza un tiro che l'estremo difensore ospite, d'istinto e di piede, ribatte. Si sveglia la Salernitana al 31', Mendicino, caparbiamente lotta in area cercando di liberarsi delle marcature, il suo tiro è smorzato e Lanni, di un  soffio, anticipa Mancini che va avventandosi sulla sfera. Al 38' Volpe perde palla pressato da Obodo, Giovio, dal limite dell'area, va col sinsitro e Gori smanaccia. Ancora una volta il numero 1 granata tiene a galla i suoi. Al 42' Mancini duetta con Mendicino chiamando Lanni a distendersi sulla sinistra e a deviare in angolo. Subito dopo, Gustavo, raccogliendo una traiettoria a spiovere che sorprende la retoguardia biancorossa, spinge la palla sulla traversa avversaria. Al riposo il Grosseto conduce per 1-0 sulla Salernitana, la quale costruisce soltanto due buone occasioni sul finire della prima frazione. I padroni di casa capitalizzano, di contro, il calcio di rigore, guadagnato all'esito di una rocambolesca situazione di gioco, e trovano per due volte Gori sulla strada del raddoppio. Tanti errori su ambo i fronti, squadre sfilacciate ed ampi spazi concessi dall'una e dall'altra parte già dalle prime battute del match.

Nella ripresa, al 3', angolo battuto per i Granata da Mancini, proteste per un presunto tocco di mano in area da parte di Burzigotti. Al 4' tiro di Volpe dalla distanza, Lanni intercetta ed alza oltre il montante della porta. Più avvolgente la manovra della truppa di mister Gregucci che, però, erra, al 7', nell'applicazione del fuorigioco lasciando tutto solo Giovio il quale, da favorevole posizione, non inquadra di molto poco la porta. Raddoppio maremmano che arriva al 10' con Giovio: azione d'attacco  granata disinnescata, volata in ripartenza dei padroni di casa e il numero 9 del Grosseto di collo-piede destro batte Gori sul secondo palo. Salernitana in tilt. Peccando in compattezza, fatalmente presta il fianco all'affondo avversario ed è colpita proprio quando, seppur tardivamente, cerca di cambiare passo. Al 23' insidiosa sortita offensiva del Grosseto, la Salernitana si salva. Al 24' il neo-entrato Fofana si trova tra i piedi un invitante pallone ma, in piena area avversaria, cincischia troppo e consente a Lanni di sventare la minaccia. Decisamente sottotono la prestazione di Mendicino e soci che sbagliano molto in fase di impostazione. Anche il Grosseto non brilla ma è premiato dal punteggio. Al 31' punizione a tagliare di Mounard che trova i pugni di Lanni. I toscani sciupano una ghiotta occasione qualche giro di lancette dopo.  Al 33' tiro di Mendicino e l'estremo difensore di casa si salva in angolo. Pochi secondi dopo, sugli sviluppi del conseguente corner, volèe dalla distanza di sinistro di Volpe e la sfera si insacca. Salernitana che accorcia le distanze. Il Grosseto al 37' va vicino al tris ma la palla vaga senza esito a pochi metri dalla porta granata. Al 39' Mendicino stacca di testa e la sfera si perde di mezzo metro oltre la traversa. La Salernitana seguita a collezionare calci d'angolo ma non è decisamente in giornata. Nei 5' di recupero una trottata offensiva maremmana viene chiusa da una comoda presa alta di Gori. A poco più di 1' dal triplice fischio botta di Ampuero in area, da sinistra verso destra, Lanni si distende e blocca in presa bassa. Al termine della partita gli importanti tre punti sono della squadra di mister Acori che si tiene agganciata al treno play-off. La Salernitana, in ombra, cede dopo aver giocato una partita senz'altro non all'altezza delle prestazioni dell'ultimo mese. 

Il tabellino della gara

GROSSETO (4-4-2): Lanni; Formiconi, Burzigotti, Biraschi, Legittimo; Mat. Ricci, Obodo, Pagano (dal 36' st Gotti), Bombagi; Ferretti (dal 42' st Gioè), Giovio (dal 27' st Onescu). A disp.: Maurantonio, Brenci, Perini, F. Mancini. All: Acori

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Perpetuini, Sembroni, Piva (dal 37' st Ampero); Montervino, Volpe; Foggia, M. Mancini (dall'11' Mounard), Gustavo (dal 22' st Fofana); Mendicino. A disp.: Iannarilli, Luciani, Pasqualini, Capua. All. Gregucci.

Arbitro: Piscopo di Imperia ( ass.: Barbetta-Pellegrini).

Marcatori: 9' Ferretti (G) su rig., 10' st Giovio (G), 33' st Volpe (S)

Note: pomeriggio ventoso, cielo sereno. Campo in non perfette condizioni. Spettatori complessivi 500 circa con un centinaio di fede granata. Ammoniti: Gori (S), Giovio (G), Obodo (G). Angoli: 1-8. Recuperi: 2' pt - 5' st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

  • Semina il panico nel centro storico di Salerno: uomo sottoposto a Tso

Torna su
SalernoToday è in caricamento