Sport

Salernitana, pomeriggio ad Ischia per l'allungo solitario

A 24 ore dal fischio d'inizio il provvedimento della Prefettura di Napoli con il quale si dispone che siano le 15 l'orario di inizio del match. Nel 4-2-3-1 di mister Menichini non ci saranno Gabionetta e Mendicino

Domani pomeriggio sarà tutt'altro che una gita di piacere nell'incantevole isola di Ischia per la Salernitana. Dopo tre vittorie consecutive la squadra di patron Lotito culla sogni di un allungo su Lupa Roma, Catanzaro e Benevento, compagini che, dopo quattro atti di campionato già mandati agli archivi, la appaiano in graduatoria a quota dieci punti. Preso atto della decisione last minute della Prefettura di Napoli che ha optato per la disputa alle ore 15 del match inizialmente previsto in serata e di un certo malcontento del sodalizio isolano che pregustava un consistente incasso sotto la luce dei riflettori, la gara di di domani pomeriggio è dai pronostici tutt'altro che scontati. L'Ischia è compagine neo promossa ed è alla ricerca di una vittoria esaltante contro un'avversaria di rango per corroborare una classifica che la vede navigare a bassa quota. La Salernitana, da par suo, si imbarca per l'isola e auspica di continuare a veleggiare spedita al comando. Nel 4-3-2-1, che allo stadio Mazzella verrà ripresentato dal trainer granata, davanti a Gori verrà confermato il quartetto difensivo Colombo-Lanzaro-Trevisan-Tuia. A far da collante tra il trittico di trequartisti e la retroguardia ci sarà la coppia Favasuli-Pestrin con il fondamentale compito di dare protezione alla difesa e, contestualmente, luminosità alle proiezioni offensive. Volpe scalpita in panchina ma l'indomito Pestrin non accusa stanchezza e sarà regolarmente tra i titolari al pronti-via. Negro a destra, Nalini, al centro, e il debuttante Pezzella, a sinistra, agiranno dietro all'unica punta Calil. Fuori per infortunio Gabionetta e Mendicino. Il primo sta smaltendo un affaticamento muscolare ed il secondo rientrerà alla metà di Ottobre, quando avrà pienamente ripreso dall'elongazione al legamento collaterale del ginocchio. Assenze pesanti, certo, ma questa Salernitana ha nelle corde la forza dirompente che una rosa ampia e di indiscutibile qualità le assicura. Arbitra Martinelli della sezione di Roma 2.

Probabile formazione SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Colombo, Lanzaro, Trevisan, Tuia; Favasuli, Pestrin; Negro, Nalini, Pezzella; Calil. All.: Menichini

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana, pomeriggio ad Ischia per l'allungo solitario

SalernoToday è in caricamento