menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ischia-Salernitana, 0-1: Granata corsari sull'isola. Classifica sempre più ok

Basta una prestazione brutta a Pestrin e soci per avere ragione dei giovani ma modesti Gialloblù. Ci pensa Nalini nel primo tempo a griffare tre punti d'oro

Quando si vince va tutto bene, recita un adagio tanto caro nel mondo del calcio. Sarà. La quarta vittoria consecutiva dei Granata, ancora una volta brutti e vincenti, giunta all'esito di una prova scialba contro una debole Ischia, maschera un certo non so che di negativo tra i Granata: si vedano condizione approssimativa e poco costrutto nel gioco. Considerazioni che non devono essere sottovalutate ma, ad oggi, il totale dice che al Mazzella è 1-0 per la truppa di Menichini con gol di Nalini. Urlo da tre punti in faccia alle contendenti al primato. La squadra di patron Lotito torna a Salerno su un aliscafo carico di sorrisi.

LA PARTITA. Un gradevole sole misto ad una leggiadra brezza marina bacia l'isola di Ischia nel pomeriggio in cui la Salernitana "dell'ultimo quarto d'ora" tenta di assestare tre falcate sulle contendenti verso il primato solitario in graduatoria. Quinta giornata di campionato del girone C di Lega Pro, mister Menichini deve rinunciare, come ampiamente previsto, agli infortunati Gabionetta e Mendicino. Per l'assalto alla quarta vittoria consecutiva, davanti a Gori il quartetto arretrato è composto, da destra verso sinistra, da Tuia, Lanzaro, Trevisan e Colombo. Il perno dello schieramento è formato dal duo Favasuli e Pestrin mentre sulla trequarti ci sono Nalini a destra, Negro, la novità Pezzella, a sinistra, e Negro più avanzato al centro. Unico terminale offensivo è Calil. L'Ischia di mister Porta si presenta con un 3-4-3 per tentare il primo successo stagionale in campionato e dare linfa ad una precaria posizione in classifica. Spazio ad un folto centrocampo con Empereur, Raionone, Armeno, Wagner. Cruz, Schetter e Ciotola il trio offensivo. In difesa, a proteggere la porta difesa da Mennella, Finizio e Bulevardi sulle corsie laterali con la coppia Finizio-De Agostini al centro. Larghi vuoti sugli spalti, non può essere diversamente per un match infrasettimanale con inizio alle ore 15. Un settantina i supporters granata.

Si fanno vedere in avvio i Gialloblù con una punizione di Empereur depositata tra le braccia di Gori. Risponde la Salernitana al 7', quando Pezzella direttamente da calcio d'angolo manda la palla ad impattare sulla parte alta della traversa. La giovane compagine isolana non ha timori reverenziali, tenta di destreggiarsi nel costruire la propria manovra ma gli avversari in maglia granata rintuzzano efficacemente. Al 13' tiro di Cruz, Gori abbranca senza problemi. Un giro di lancette dopo Negro taglia una insidiosa punizione e Mennella vive qualche attimo di apprensione. La Salernitana incomincia, di poi, ad esercitare una certa pressione, frutto di un continuo possesso palla, pur tuttavia, non si annoverano conclusioni degne di nota. L'Ischia riesce solo a sprazzi a superare la linea della metà campo; al 29' è meramente aleatoria la rovesciata di un avanti verso Gori, il quale si distende in scioltezza e blocca. Al 34' percussione sulla fascia sinistra di Ciotola, tiro in diagonale e Gori, proteso in tuffo basso, si lascia sfuggire la sfera che si avvia ad insaccarsi: provvidenziale Trevisan che spazza via la palla che varca per tre quarti del suo diametro la linea di porta. Sul capovolgimento di fronte Negro sguscia via, il suo destro si spegne di pochissimo a lato. Al 38' in vantaggio la Salernitana: angolo battuto da Negro dalla sinistra, sponda di Tuia e Nalini, quasi di petto, deposita in rete. 7' dopo Tuia scarica dai 25 metri una bordata sugli sviluppi di una punizione, Mennella si oppone con i pugni. All'intervallo è 1-0 per la Salernitana. Condotta di gara al minimo indispensabile per i Granata contro un avversario modesto. Solo un paio di occasioni per la truppa di Menichini prima del gol nel corso del primo tempo. La rete di Nalini giunge dopo lo svarione di Gori che fa urlare al gol l'Ischia: la moviola chiarisce che Trevisan sventa prima che la sfera abbia completamente oltrepassato la linea di porta.

Dal 1' della ripresa dentro Bianchi per Tuia, infortunato. Al 5' incursione di Cruz, lanciato da Armeno dalla destra, che si incunea tra la difesa granata fuori posizione, stavolta Gori è bravo nell'intervento. Sul susseguente corner ancora pericolo per la Salernitana, al quanto svagata in questo avvio di secondo tempo. Al 9' Pezzella, infortunato, lascia il campo per Mounard. Al 26' i Gialloblù vanno al tiro su punizione a tagliare, pericolo per la porta di Gori. Non piace per nulla il gioco della Salernitana, al netto della rete del vantaggio, l'Ischia è per giunta avanti sul computo delle chiare azioni da gol. Spettacolo molto poco gradevole al Mazzella. Al 25' Gori deve smanacciare su una punizione dalla destra. Al 29' Mounard dalla bandierina costringe Mennella a sventare. 1' dopo Nalini conclude dall'interno dell'area dell'Ischia, tiro intercettato raccolto da Negro che, a tu per tu con l'estremo difensore ospite, si vede ribattere il tiro. Al 34' Negro tenta di beffare la retroguardia di casa, la buona scelta di tempo sul tiro per poco non viene premiata. Resta in dieci l'Ischia, espulso per cumulo di cartellini gialli Schetter al 37'. 2' a seguire Ciotola lotta in area ma la retroguardia granata si chiude. Ci tenta poco dopo De Agostini, figlio del celebre mediano della Juventus, ma il suo tiro non è affatto preciso e si spegne a lato. Tenta come può l'assalto l'Ischia, al 42' De Agostini, sfiora il gol mandando di testa alto sulla traversa. Nulla di fatto fino al triplice fischio. La Salernitana timbra il cartellino contro la tutt'altro che temibile Ischia, ora in crisi, e, grazie allo squillo di Nalini nella prima frazione, fa sua una gara tutt'altro che ben giocata, portando, però, a casa la quarta vittoria consecutiva e attestandosi sempre più tra le squadre da battere in questo campionato.

Il tabellino della gara

ISCHIA ISOLAVERDE (3-4-3) Mennella, Finizio, De Agostini (dal 44'st Sirignano), Bulevardi, Empereur, Rainone, Armeno, Wagner (dal 13'st D'Amico), Cruz (dal 25'st Ingretolli), Schetter, Ciotola. A disp: Taglialatela, Impagliazzo, Iannascoli, Di Cesare. All. Porta.
SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Tuia (dal 1'st Bianchi), Lanzaro, Trevisan, Colombo; Pestrin, Favasuli; Nalini, Negro (dal 44'st Ginestra), Pezzella (dal 9'st Mounard); Calil. A disp: Russo, Castiglia, Giandonato, Volpe. All. Menichini.
Arbitro: Martinelli di Roma 1 (ass.: Gentilini-Tamburini) 

Marcatori: 38'pt Nalini (S)

Note: pomeriggio gradevole. Terreno di gioco in mediocri condizioni. Spettatori 1500 circa con una settantina giunta da Salerno.  Ammoniti: Pestrin (S), Rainone (I), Wagner (I), Calil (S), Colombo (S). Espulso: al 37' st Schetter (I) pr cumulo di cartellini. Angoli: 2-5. Recuperi: 0'pt - 4'st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento