Sabato, 20 Luglio 2024
Sport

La voce dei tifosi. "Beffa atroce, ma abbiamo il dovere di crederci fino alla fine"

Dopo l'incredibile "Harakiri" con l'Entella, c'è tanta delusione tra i supporter della granata. Ma il desiderio di riscatto incendia ancora il cuore dei tifosi. I risultati altrui mantengono in vita la fiammella della speranza, ma urge una svolta

Iacoponi al 92' ha fatto letteralmente saltare i nervi a tutti, dal primo dei cronisti all'ultimo dei tifosi granata allo stadio o seduto davanti alla tv . Mentre tutti già pregustavano il ritorno "dolce" della vittoria (che manca dalla roboante affermazione contro il Brescia),' la dura legge del gol' ha riportato tutti alla realtà nella maniera più dolorosa. Ma si sa, il calcio è anche e soprattutto questo.

Fa specie però quanto l'undici di Menichini reiteri i soliti errori di concentrazione, che stanno costando caro alla Salernitana in termini di punti al di là di ogni proprio demerito. Si era parlato fino alla vigilia di "partia della vita", ma a quanto pare i calciatori non hanno ben compreso fino in fondo la gravità della situazione - sportivamente parlando -, altrimenti non si spiegherebbe razionalmente l'atteggiamento di Moro e compagni in alcuni frangenti della gara, durante i quali invece di far trascorrere quanti più minuti possibili, si preferiva tentare la conclusione personale. E che dire dell'allenatore? Del Menichini ottimista della gara di Pescara è rimasto solo un ricordo sbiadito, sostituito inspiegabilmente dal suo alter ego meglio noto come "scaricabarile", che preferisce puntare il dito verso i suoi calciatori piuttosto che prendersi le proprie responsabilità per non esser stato in grado di richiamare a dovere i suoi calciatori nel convulso finale di gara. Fatto sta che nel "Day After" dovrà raccogliere i cocci di una squadra con il morale sotto i tacchi e scongiurare qualsiasi contraccolpo psicologico. Perdere la testa oggi sarebbe fatale. 

Sembra paradossale, ma dopo la tremenda delusione di ieri (le cui scorie sono state smaltite a fatica durante la notte), chi sembra aver una tremenda voglia di reagire è proprio la tifoseria granata, che tramite i Social ha lanciato segnali volti a spazzare via le nuvole ed i cattivi pensieri, rispondendo alle avversità bramando un riscatto immediato. Sulla pagina fan di Facebook "Salernitani" è comparso quest'oggi un messaggio che lascia poco spazio alle interpretazioni: "ll pareggio di ieri giunto al minuto 93' è stato una mazzata. Questo però non giustifica il clima di rassegnazione e depressione che si respira in città e non solo. Ribadiamo il concetto espresso prima della partita di ieri: chi non ci crede più può benissimo attendere la matematica stando comodamente seduto in poltrona senza "ammorbare" quei poveri illusi, tra cui ci siamo anche noi, che proveranno a crederci  La squadra sta dimostrando, tra un errore e un altro, di potersela giocare con tutti e, quindi, con 13 partite ancora da giocare e a soli 3 punti dai playout. Sarò pazzo ma ci credo. Forza Salernitana" . Sulla falsa riga di questo messaggio anche Gino che esorta la squadra a non guardare più in faccia a nessuno: "Non possiamo andare molto per il sottile adesso, e questo la squadra lo deve capire. Di polli in campo non ne vogliamo vedere più. Dobbiamo osare ovunque anche a Cesena senza paura! Chi ha paura ha già perso!" Ironico invece Michelangelo che non comprende come a certi livelli si possano prendere gol del genere:  "Credevo che solo l'Inter potesse prendere un gol al 93' con la superiorità numerica. Ma come si fa in B a farsi uccellare così, con 10 calciatori schierati in difesa della porta? Ma stiamo scherzando? Ma l'allenatore non insegna alle belle statuine come si marca a uomo?". Critiche tutt'altro che velate anche da parte di  Diego, che ritiene il tecnico di Ponsacco non idoneo per l'impresa salvezza: "Menichini ancora una volta ha dimostrato di non essere all'altezza della situazione. Con il Crotone sostituì Coda con Bus e la squadra smise di giocare, ieri sera togliendo i due esterni ha fatto si che l'Entella prendesse il pallino del gioco in mano, e questi sono i risultati. Lotito pur di risparmiare sull'allenatore ha preferito riciclare il vecchio usato già scartato. Ma che senso ha?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce dei tifosi. "Beffa atroce, ma abbiamo il dovere di crederci fino alla fine"
SalernoToday è in caricamento