menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La voce dei tifosi: "Pareggio al cardiopalma. Con il Latina però bisogna usare la testa"

Il pareggio acciuffato a Novara quasi al fotofinish tiene accesa la fiammella della speranza. I Play-out sono però a -4, ma la tifoseria granata crede nell'impresa salvezza ed è pronta a riempire l'Arechi per lo "spareggio" contro il Latina

"C'è un grande prato verde dove nascono speranze", così cantava Gianni Morandi in uno delle melodie più famose della sua immensa discografia. Una canzone (anni addietro già spunto per una bella coreografia della Curva Sud Siberiano) che si sposa oggi alla perfezione con il clima di rinnovata speranza a seguito del rocambolesco ed insperato pareggio di Novara. Numeri alla mano, l'ottimismo dilagante dei tifosi sembra quasi irrazionale, immotivato. La giornata appena trascorsa ha visto infatti la Salernitana perdere terreno sia dalla zona Play-out che dalla salvezza diretta, ma il calcio, si sa, è uno sport che vive di tante variabili, spesso tutt'altro che razionali. Ed il pareggio strappato in rimonta al fotofinish nel match del Piola ha avuto il merito di ridonare fiducia sia alla squadra che all'ambiente, anche se con qualche mugugno fuori dal coro per l'ennesima occasione sprecata. Onde evitare di scontentare ottimisti e critici, mettiamola così: senza fare troppi voli pindarici di fantasia, il punticino raccolto a Novara, frutto di un titubante "graffio" del 'Gatto granata', va salutato come un buon viatico in vista del prossimo match con il Latina, il primo di otto scontri diretti che sentenzieranno - in un senso o nell'altro - il destino dell'undici di Menichini.   

"Nonostante la disastrosa stagione, la gioia che ci ha regalato Gatto ieri pomeriggio è stata immensa" - afferma Matteo entusiasta -. "Al di là delle pecche note che la squadra non perde occasione di palesare, soprattutto nel reparto difensivo, i ragazzi hanno mostrato di avere carattere recuperando in extremis l'ennesima partita compromessa. Se ci crede la squadra, la tifoseria ci deve credere ancora di più. Sabato con il Latina sarà fondamentale usare la testa e condurre una gara attenta ed intelligente, senza buttarsi in avanti a capofitto". Più prudente Nicola, che, analizzando la gara contro il Novara, vede il bicchiere mezzo vuoto: "Il pareggio aiuta molto il morale, poco la classifica. Ieri si doveva far bottino pieno, ma sapevamo che era difficile a Novara. Tra le note positive come non menzionare il carattere della squadra; tra quelle negative, e sono molte, oltre alle solite ingenuità difensive, ho visto un passo indietro dal punto di vista della prestazione. Ieri, salvo in alcuni frangenti, eravamo in balia degli avversari per via di un atteggiamento troppo rinunciatario impostato dal tecnico. Ci dobbiamo salvare e tu allenatore di ti schieri con un falso 3-5-2, ovvero un 5-3-2? Non capisco. Con il senno del poi avrei messo quanto meno Gatto al posto di Ceccarelli, per avere maggiore spinta almeno su uno degli esterni. Alla luce dei fatti, il pareggio è stato fortunoso, diciamocela tutta, anche se nei confronti della 'Dea Bendata' siamo in clamoroso debito. Quindi va bene così, ma fino ad un certo punto". Più propositivo e desideroso di riscatto Giovanni che vuol scacciare via gufi e cattivi pensieri, inseguendo, senza se e senza ma, il sogno salvezza: "E' vero, con il Novara abbiamo pareggiato anche con un pizzico di fortuna, ma quante squadre avversarie ci hanno fregato così? Non possiamo certo sentirci in colpa. Anzi. Potrebbe essere il segnale della svolta. Ora più di prima dobbiamo crederci, e dico a chi, comodamente seduto sul divano ha sentenziato già la retrocessione qualche mese fa, di rimanere lì appollaiato a fare il gufo in silenzio e in solitudine. Se per questi miseri personaggi il loro campionato è finito a dicembre, tornino a parlare di Salernitana ad agosto, noi tifosi abbiamo una squadra da sostenere e da salvare"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento