Sport

La voce dei tifosi: "Partita decisa episodi. Colantuono? Prematuro dare giudizi"

La torcida granata saluta con moderato entusiasmo la vittoria raccolta nella trasferta di Chiavari contro l'Entella. Nessuno si sbilancia sull'operato dell'allenatore, troppo breve il lasso di tempo trascorso dal suo insediamento sulla panchina del club

Foto: archivio Gambardella

Dopo una lunga astinenza, la Salernitana torna corsara e sbanca il Comunale di Chiavari, abbattendo le resistenze di una Virtus Entella determinata ma poco lucida negli ultimi 16 metri. L'undici di Colantuono ha avuto il merito di colpire nei momenti topici della gara, sfruttando al meglio le occasioni prodotte e respignendo al mittente le folate offensive dei liguri, soprattutto nella seconda frazione. Un monumento andrebbe però eretto al giovane portiere lituano Adamonis, che ieri, in giornata di grazia, è stato l'assoluto protagonista del match con parate strepitose, eseguite con una naturalezza quasi disarmante.  

Il successo in Liguria ha ovviamente riportato il buon umore tra i tifosi della Salernitana, che non assaporavano il dolce sapore della vittoria dal lontano 28 ottobre, quando i granata stesero l'Empoli dell'ex Donnarumma. C'è molta prudenza però tra i supporter che tendono a volare bassi nonostante il risultato sia stato pinguo: i tre punti infatti sono stati sì un toccasana per la classifica, ma sono giunti - secondo alcuni -  grazie ad una serie di episodi favorevoli. Ad aprire il consueto giro di interviste volto a misurare il termometro del tifo, Nicola Petina, supporter granata del Rione Sorgente di Salerno: "Oggi gli episodi ci sono stati favorevoli, ora però è troppo presto per esprimere giudizi sensati, aspettiamo qualche altra gara prima di sbilanciarci. Intanto, continiuamo a sostenere la squadra". Dello stesso avviso anche il nostro Gianfranco Iuliano: "Partita vinta grazie a una serie di episodi a nostro favore che abbiamo saputo sfruttare. Però, quando hai i calciatori, e li fai giocare nel loro ruolo naturale, la fortuna ti sorride per forza. Tatticamente è ancora troppo presto per giudicare l'operato Colantuono, però quando fai una sostituzione all’inizio del secondo tempo (e non come Bollini al 78') magari la partita la puoi anche indirizzare ancora nel verso giusto. Andiamo avanti così e forza granata!". Soddisfatto del successo anche Rino Marra: "Le partite equilibrate le decidono quasi sempre gli episodi, l’importante però è provarci. Con Colantuono è d'obbligo provare a vincere più partite rispetto alla precedente gestione Bollini! Avanti così!". Riflessione polemica nei confronti di una parte della tifoseria quella espressa da Vincenzo Altieri: "A me non piaceva Bollini ma la squadra l'ho sempre sostenuta a prescindere dai risultati. Francamente, non sopporto chi aspetta la sconfitta per criticarla, stando comodamente seduto in poltrona". Felice per i tre punti, ma sempre sibillino, il buon Armando Della Monica"Come si usa dire in questi casi: buona la prima! Gli episodi nel bene e nel male fanno parte del calcio e stavolta hanno premiato noi. La mano di Colantuono? E' prematuro esprimersi. Più che del tecnico, nella formazione ho visto la mano tozza di Lotito". Conclude il nostro giro di interviste, Luigi Nese, tifoso granata emigrato negli States, ma sempre vicino alle vicende della Salernitana: "Bella vittoria, importante, e strappata con quel pizzico di fortuna che non guasta mai. La vittoria di ieri però - facendo i dovuti scongiuri - ci ha regalato anche due certezze: la prima è che finalmente abbiamo trovato il portiere titolare, la seconda invece è che dopo tanti anni di faccendieri e teste di legno, abbiamo un vero allenatore in panchina. Ora sotto con il Foggia perché la partita sarà importantissima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce dei tifosi: "Partita decisa episodi. Colantuono? Prematuro dare giudizi"

SalernoToday è in caricamento