menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I tifosi della Salernitana (Foto: G. Gambardella)

I tifosi della Salernitana (Foto: G. Gambardella)

La voce dei tifosi:"A Latina preso un buon punto... ma solo per una tranquilla salvezza!"

Torcida granata delusa dopo l'ennesimo pareggio stagionale. L'obiettivo stagionale - i play off? - prefissato dalla società, appare non alla portata della squadra di Sannino, incapace di fare il tanto sospirato "salto di qualità" in trasferta

La Salernitana e la politica dei piccoli passi. Sembra essere questa oramai la costante del club granata, che quest'anno appare "contagiata" dal morbo della "pareggite". Basti pensare che nelle prime 15 gare di questo campionato, il segno X è già comparso per ben 8 volte, un record stagionale condiviso solo con quel Latina che ieri ha incrociato i guantoni proprio con la Salernitana. Tale andamento ha però in parte disatteso le aspettative dei tifosi granata, delusi dall'incedere tentennante della squadra. Al di là dell'obiettivo sbandierato dalla società all'alba di questa stagione (i play-off), tutti si aspettavano una media punti più alta, patron compresi, vista anche la buona caratura tecnica della rosa - seppur incompleta - messa a disposizione del tecnico Sannino. Ma tant'è, ora la tifoseria è amareggiata e letteralmente spaccata al suo interno, tra chi vede il classico bicchiere mezzo pieno (in ottica salvezza) e chi al contrario lo vede mezzo vuoto.

"Prendiamo il buono, 4 punti in 2 gare sono positivi" - ammette soddisfatto Diego Indennimeo, tifoso granata della zona Vestuti. - "Se comunque raccogliamo questi risultati, evidentemente gli altri tanto meglio non stanno. La partita di ieri? Beh, la gara è stata condizionata dall'errore di Tuia, decisivo insieme a tutta la difesa sul primo gol: non si passa un pallone cosi a centrocampo con i giocatori del Latina in pressing". Di parere simile anche Lugi Nese, tifoso della Salernitana residente oramai da anni negli Usa, ma che anche da lontano segue le sorti del club dell'ippocampo: "Prendiamoci questo punto, in linea con il campionato che questa societa ha prefissato al di là delle chiacchiere, ovvero una salvezza tranquilla. Però, non so voi, ma questa squadra non trasmette proprio entusiasmo". Completamente opposta la visione di Luca Bochiccio, supporter granata del quartiere Pastena che punta il dito contro il tecnico, reo di gestire male la rosa in suo possesso: "Allenatore da cacciare via al più presto. Perico non può fare il terzo centrale, e per fortuna il suo cambio è stato obbligato. Improta è uno dei migliori che abbiamo, ma non può fare il terzino in difesa: è sempre stato un esterno d'attacco, basta. Joao Silva? In parecchi ieri hanno criticato il suo ingresso, io invece dico che il portoghese ha avuto un impatto positivo al match". Rassegnato invece sull'andazzo di quest'anno, Andrea Quaranta: "Si fanno sempre gli stessi errori difensivi. Errare è umano, perseverare è diabolico! Abbiamo giocatori utili alla causa che sono stati completamente accantonati dal tecnico e non capisco il perchè!" Anche Rino Marra accoglie con rammarico il pareggio raccolto contro il Latina: "Un punto d'oro in ottica salvezza, nulla più! Altro che play-off! Gli errori difensivi sono sempre decisivi, in negativo ovviamente, ma anche quelli degli attaccanti non sono da meno: ieri per esempio è stata clamorosa la palla gol divorata da Coda, faccia alla porta il pallone andava solo piazzato bene, invece solito errore! Purtroppo, il calciatore te lo dà e te lo toglie! Un vero peccato!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento