menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La voce dei tifosi: "Squadra nervosa e allo sbando. Lotito deve intervenire"

Dopo l'ennesima sconfitta conseguita nella cornice inconsueta della "Vigilia", i tifosi granata hanno vissuto un Natale tra amarezza e speranza per il futuro prossimo

Natale amaro - calcisticamente parlando - per tutti i tifosi della Salernitana, che anche ieri in un dì di festa hanno dovuto inghiottire l'ennesimo boccone amaro di una stagione avara di soddisfazioni (almeno fino ad ora). Con la debacle interna contro il Cagliari la squadra di Torrente "rinsalda" il quart'ultimo posto in graduatoria, sprofondando in una crisi tecnica che sembra non aver più una via d'uscita. Ad aggravare la situazione, in vista dell'ultimo e delicato turno di campionato contro il Como in trasferta, ci si è messo anche il giudice sportivo, che, in barba al clima natalizio, è andato giù duro con alcuni calciatori granata, rei di aver inscenato nel finale di gara una vera e propria caccia all'uomo nei confronti di Tello. Sceneggiata che conferma quanto questa squadra, oltre ad avere evidenti limiti tecnici, abbia anche clamorose carenze dal punto di vista caratteriale. L'imminente apertura del mercato di riparazione del prossimo mese di gennaio, offre alla società granata la possibilità di intervenire prima che la barca affondi, ovviamente aprendo i cordoni della borsa (e non poco purtroppo). Ed è solo forse grazie a questa "ciambella di salvataggio" che la contestazione dei tifosi non è ancora esplosa fragorosa, volendo dare a Lotito e Mezzaroma un credito extra, guadagnato sul campo dopo anni di successi.

"Penso che Lotito, dopo la figuraccia di ieri, abbia ben chiare le idee sul da farsi" afferma un convinto Mario. - "Farà passare la partita di Como e poi darà il via al repulisti. Non a caso ieri all'Arechi c'era Colomba e il calciatore Rispoli, elemento da quel che ho letto già sondato dalla società. L'unica nota positiva di una vigilia di Natale da cestinare sportivamente parlando, siamo noi tifosi. Ieri eravamo quasi 12mila per una squadra in zona retrocessione. Tanta roba". Mirko invece si sofferma sul poco edificante show inscenato da alcuni calciatori granata dopo il gol del centravanti rossoblu Tello: "Al di là del fatto che i festeggiamenti di Tello possano aver offeso qualcuno o meno - io sinceramente non lo credo - la reazione di Rossi e Sciaudone mi fa riflettere: avendo tanta birra in corpo nell'ignobile inseguimento del sudamericano, come mai in campo facevano le belle statuine invece di rincorrere gli avversari ed evitarci quest'altra sconfitta? Neanche durante l'esperienza in serie D abbiamo visto pagliacciate simili". Concentrato sul mercato di gennaio invece Salvatore, che si attende per la Befana già i primi rinforzi: "Lotito deve investire i soldi che non ha voluto cacciare in estate. Non può pensare che a certi livelli si possa gestire una squadra in maniera approssimativa e sperando nei saldi estivi. Ora pagherà il doppio qualsiasi calciatore che a luglio avrebbe potuto comprare alla metà del prezzo. Non potrà certamente attendere di rilevare i cartellini dei calciatori, ma acquistarli già per il derby con l'Avellino". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento