menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di G. Gambardella

Foto di G. Gambardella

La voce dei tifosi: "Club senza ambizioni. Sannino deve chiedere scusa alla città"

Pareggio deludente e supporter inviperiti nei confronti di società e tecnico. Fa discutere, e non poco, una frase che avrebbe proferito l'allenatore subito dopo il gol del pari della Pro Vercelli: "A Salerno il calcio non l'avete mai visto"

Spirano venti di tempesta verso la panchina di Sannino. Non perché la società abbia manifestato al momento chissà quale perplessità nei confronti del tecnico granata, ma per alcune dichiaraziani carpite ieri sera durante la gara di Salernitana - Pro Vercelli e rilanciate dai colleghi di SoloSalerno.com: "A Salerno il calcio non l’avete mai visto”, avrebbe urlato in uno scatto d'ira subito dopo il gol del pareggio di Sprocati, indisponendo - pare - anche qualche tifoso presente nelle sue prossimità. Ovviamente il tam tam mediatico e sui social è deflagrato come una bomba, e le repliche piccate dei tifosi non si sono fatte attendere. 

"Sono incredulo, ma davvero Sannino ha detto una cosa del genere? Ma come diavolo gli è saltato in testa?" - afferma stupefatto Andrea Quaranta -. "Una società seria avrebbe esonerato quel che è a tutti gli effetti 'solo' un semplice dipendente che non si può arrogare il diritto di sputare sentenze e veleno sulla storia di una piazza storica del calcio campano. Punto! E invece il silenzio 'colpevole' della società è l'ennesima conferma delle scarse ambizioni dei patron e dello scarso rispetto che hanno per la tifoseria: lo stesso Lotito spesso ha fatto uscite simili, ora  figuriamoci se caccia il tecnico che tra l'altro, seppur nella sua mediocrità, è in linea con l'obiettivo salvezza". Anche Armando Della Monica punta il dito contro la società: "Il problema principale è solo la proprietà! In primis bisogna chiarire le ambizioni di questo club, e le reali aspirazioni societari: qualora un giorno ci si concretizzasse una promozione in A, la società darebbe le dovute garanzie per restare in sella? O ci sarebbe un disimpegno nei fatti? Se non si chiarisce 'questo particolare' non da poco, noi tifosi non saremmo mai liberi di scegliere se seguire la squadra o no. E' una questione di trasparenza. Se dobbiamo accettare supini un altro campionato anonimo, la società deve avere il coraggio di ammetterlo!" Laconico e senza giri di parole, Roberto Cuomo che pretende un passo indietro da parte dell'allenatore: "Per le sue affermazioni, Sannino chieda scusa a tutta la città!". Pasquale invece prova a spostare l'attenzione sul piano tecnico, analizzarndo la posizione di Rosina: "Siamo alla sedicesima di campionato ma l'allenatore ancora non è stato capace di dare un equilibrio alla squadra, sopratutto a centrocampo quando contemporaneamente giocano con Rosina, Coda e Donnarumma. Oggi la linea mediana non regge il peso dei fantomatici "tre tenori", quindi sarebbe consigliabile inserire dei mediani di gamba come Busellato, Odjer e Zito e non con due centrocampisti tecnci ma compassati come Ronaldo e Della Rocca. Di questo passo, Rosina rischia di diventare, un po' come Foggia e Gabbionetta, un peso e non un valore aggiunto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento