Salernitana ko in Coppa Italia: goleada del Lecce, la cronaca della partita

I salentini passano subito in vantaggio: gol di Lapadula al 4', sfruttando un errore di Billong. Alla ripresa, palo della Salernitana con Jallow, poi cala il sipario dopo la rete di Falco. La squadra di Ventura si sfalda, il Lecce dilaga

Il primo tempo regalato, un timido risveglio alla ripresa, poi la goleada del Lecce: la Salernitana perde 4-0 in Salento, nel terzo turno di Coppa Italia, e dice addio alla manifestazione tricolore. Con una doppietta di Lapadula  un gol di Falco e l'ultimo sigillo di Calderoni, i salentini padroni di casa acciuffano il passaggio del turno e si "regalano" la Spal, ultimo step prima del sogno Milan. La Salernitana, invece, ha una settimana di tempo per resettare gli errori - decisivi quelli individuali, parecchi - e per prepararsi (completando il mercato, perché le lacune non sono state tutte colmate) all'esordio in campionato, il 24 agosto allo stadio Arechi contro il Pescara.

Tifosi e scelte tecniche

Scortata dagli ultras curva Sud (alcuni supporter hanno dovuto rinunciare alla trasferta perché il pullman sul quale viaggiavano si è fermato a Vallata, in provincia di Avellino, per problemi tecnici), la Salernitana si è presentata a Lecce con la formazione confermata per dieci undicesimi rispetto alla squadra che si era imposta allo stadio Arechi contro il Catanzaro, nel secondo turno di Coppa Italia. Unica novità a centrocampo: Akpa Akpro preferito a Maistro.

La cronaca

Pronti, via e il Lecce è già in vantaggio: gol di Lapadula al 4', sfruttando un errore di Billong. Errore clamoroso: il difensore è in possesso del pallone ma è deconcentrato, la sfera gli passa sotto la pianta del piede e l'attaccante salentino scavalca il portiere con un morbido lob. Il portiere granata può solo toccare il pallone ma non impedire l'1-0 dei padroni di casa. Ancora Lapadula all'ottavo minuto, di testa, sfiora il 2-0: parata di Micai. Il Lecce potrebbe raddoppiare al 12': La Mantia gonfia la rete ma l'attaccante del Lecce è stoppato per fuorigioco. Sul tiro, Micai non è immune da colpe, perché il pallone gli passa sotto il corpo. Balla la Salernitana: la squadra di Ventura appare impaurita e va in bambola anche sugli sviluppi di palla inattiva: nella prima circostanza, La Mantia svetta ma non trova il bersaglio grosso; nella seconda, Micai esce a vuoto e per poco i giallorossi pugliesi non ne approfittano. Il Lecce imposta una partita di pressing altissimo sul portatore di palla della Salernitana: Di Tacchio schermato e fuori giri (alla mezz'ora perde pericolosamente il pallone in prossimità dell'area di rigore granata ed è provvidenziale Karo), Kiyine bloccato, la manovra granata non trova sbocco e lascia isolato Giannetti, i difensori devono molto spesso disfarsi del pallone e soprattutto Billong è in costante difficoltà. La squadra di Gian Piero Ventura si desta al 26'. E' un'azione prolungata, che parte da una iniziativa di Firenze: Giannetti tenta la conclusione dall'interno dell'area, rimpallato, poi Kiyine cerca la conclusione a giro, senza esito. Il Lecce, però, si distende rapido e trova ancora crepe nella difesa granata: Micai non trattiene il pallone, Lapadula recrimina per un atterramento in area di rigore. Poi Jallow cerca il gol della domenica - pallonetto da distanza siderale - ma viene fuori un tiro "telefonato" per Gabrel. 

La ripresa e la goleada salentina

Ottima partenza dei granata in avvio di ripresa: la squadra di Ventura gioca palla a terra, è più vispa, pericolosa e potrebbe anche acciuffare il pareggio: Gabriel dice no a Jallow, deviando sul palo la sua conclusione, dopo l'ennesima, grande occasione del Lecce con Lapadula, il cui colpo di testa fa la barba al palo. Al 17', però, cala il sipario: il Lecce raddoppia con Falco sfruttando l'ennesimo errore individuale nella metà campo della Salernitana, stavolta di Maistro, entrato da pochi minuti al posto di Firenze. Proprio Maistro, al 19', va vicinissimo al gol che potrebbe rimettere in carreggiata i granata. La partita dell'isolato Giannetti finisce al 20': al suo posto, Gian Piero Ventura manda in campo Calaiò per far coppia con Jallow. Al 33', il Lecce chiude i conti e cala il tris: Lapadula scappa via a Jaroszynski approfittando di una sbavatura del polacco, e trafigge Micai.Al 36' è goleada: rete dei salentini, firmata da Calderoni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

Torna su
SalernoToday è in caricamento