menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Pica (repertorio)

Foto di Massimo Pica (repertorio)

Lecce-Salernitana, 0-1: notte di stelle sulla fuga solitaria per la Serie B

Colombo-gol e i Granata gioscono alla grande. Primato in allungo a +3 sul Benevento. Buona prova, da autentica leader per la squadra di mister Menichini

Signori, Salernitana sempre più capolista. Vittoria da grande in terra Salentina. Partita ben giocata, con intelligente intensità. Dopo una prima frazione equilibrata, la testata vincente di Colombo spedisce in orbita le quotazioni per il salto diretto in Serie B della Salernitana e disorienta un Lecce volenteroso. Nove giornate al termine, ora, sessantaquattro punti e tre di vantaggio sugli Stregoni, che continuano a restare ingolfati: Signori, fate voi.

Ventinovesima giornata del campionato di Lega Pro girone C. Resta al palo il Benevento, che nell'anticipo non va oltre lo 0-0 contro il redivivo Aversa Normanna. Per la Salernitana, stasera, contro un rimaneggiato Lecce, c'è la possibilità di incrementare il vantaggio di un punto sugli Stregoni e fare le prove generali per un tentativo di fuga verso la Serie B. Mister Menichini, puntando sul 4-3-3, scioglie le riserve: Gori tra i pali, retroguardia con Colombo-Trevisan-Lanzaro-Franco; terzetto di centrocampo con Favasuli-Pestrin-Moro; trio avanzato, molto mobile,composto da Calil, Mendicino e Gabionetta. Nel 4-3-3 giallorosso agli ordini del trainer Bollini c'è Miccoli in attacco, dove spicca l'assenza forzata di Moscardelli, con l'ex granata Gustavo e Salvi. Diniz e Vinetot punti fermi della difesa.

Spinge il Lecce in avvio, i Salentini al 3' reclamano per un sospetto tocco di mano in area di Lanzaro su loro conclusione. Ritmi intensi con le squadre che non lesinano energie, giocando a tutto campo. Latitano, però, le occasioni da rete. La Salernitana gioca bene, ripiegando e distendendosi con efficacia. I padroni di casa non sono da meno e attaccano con i centrocampisti ad accompagnare la triade d'attacco, ma l'unico brivido arrecato agli avversari è solo un lancio a tagliare al 21', che termina di un soffio fuori alla destra di Gori. 5 giri di lancette dopo, Gustavo dalla distanza deposita tra le braccia dell'estremo difensore ospite. I Granata incominciano a concedere campo, al 34' Gustavo, dalla destra, penetra in area e scarica un tiro-cross che si stampa sulla traversa, complice l'impercettible deviazione di Gori. Sul capovilgimento di fronte, Gabionetta conclude di poco sul fondo. Più che Positivo il brasiliano che detta gli equilibri ai suoi. Al 38' traversone di Pestrin dalla sinsitra, Colombo impatta di testa e palla che fa la barba al palo alla sinistra di Caglioni. Sul finire del tempo azione caparbia di Gabionetta che penetra in area, eledudendo brillantemente le marcature, e si appresta al tiro a pochi passi dal portiere avversario, Vinetot, in disperata scivolata, sventa. Al termine di una vibrante prima frazione è 0-0 tra le contendenti.

Ripresa, è la Salernitana a menare le danze. Sugli sviluppi di un corner battuto dalla sinistra al 13' da Favasuli, Colombo irrompe in area e di testa insacca il gol del vantaggio che manda in visibilio il centinaio di supporter ospiti giunti al Via del Mare: gol pesantissimo per i destini promozione dei Granata. Il Lecce, subito il colpo, si proietta in avanti imediatamente ma Gori in uscita fa buona guardia. Ma è involuta, rispetto al primo tempo, la manovra degli uomini agli ordini del coach Bollini. E' più di inerzia il tiro di Abbruzzese al 26' che il frutto di un'azione ragionata da parte del Lecce. Al 39'st Calil va in fuga sull'out destra, l suo tiro-cross basso non viene intercettato dall'accorrente NEgro e la sfera sibila di poco a lato. Il Lecce arranca ma non offende seriamente, la Salernitana controlla e riparte pericolosamente. Al termine del tempo regolamentare Franco perde malamente palla e lascia Embalo tutto solo a pochi metri da gori, lo stoico Pestrin, in ripiegamento difensivo, sradica la palla dai piedi dell'avversario. Al triplice fischio è vittoria esaltante per i Granata, lanciati in vetta alla graduatoria a +3 sul Benevento.

Il tabellino della gara

LECCE (4-3-3): Caglioni; Diniz, Di Chiara, Vinetot, Abruzzese; Papini (dal 35'st Doumbia), Mannini, Lepore (dal 16' st Herrera); Salvi, Miccoli (dal 16'st Embalo), Gustavo. A disp.: Scuffia, Beduschi, Felipe Gomes, Manconi. All.:  Bollini

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Trevisan, Lanzaro, Franco; Favasuli (dal 37'st Bovo), Pestrin, Moro; Calil, Mendicino (dal 21'st Nalini), Gabionetta (dal 17'st Negro). A disp.: Russo, Tuia, Bocchetti, Cristea. All.: Menichini

Arbitro: Rapuano di Rimini (ass.: Barbetta-Camillucci)

Marcatore: 13'st Colombo (S)

Note: serata fredda, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 6000 circa con un centinaio di fede granata. Osservato un minuto di raccoglimento in onore di Luca Colosimo, arbitro di Lega Pro, deceduto in settimana a causa di un incidente stradale. Ammoniti: Pestrin (S), Gabionetta (S), Vinetot (L), Colombo (S). Angoli: 3-5. Recuperi: 0'pt- 3'st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento