menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine della trasmissione Lupi in gol di Avellino Tv (Fonte: TuttosullaSalernitana.com)

Immagine della trasmissione Lupi in gol di Avellino Tv (Fonte: TuttosullaSalernitana.com)

Losco di Avellino Tv: "I tifosi granata bruciano i treni", poi le scuse

Post derby sempre più al veleno, non solo sui social ma anche sui media. Da lunedì sera infatti, divampano le polemiche per delle affermazioni indegne inerenti alla tragedia del treno Piacenza-Salerno, pronunciate da Carmine Losco, giornalista e opinionista di Avellino Tv

"Gli italiani perdono le partite di calcio come se fossero guerre e perdono le guerre come se fossero partite di calcio", così proferiva il premier britannico Sir Winston Churchill in riferimento al popolo italico a metà dello scorso secolo.

Un concetto questo che pare riflettere benissimo il clima conflittuale pre e post derby Avellino - Salernitana, vissutro tra sfottò, polemiche e provocazioni, a volte di cattivo gusto. Elementi questi, che sono spesso il sale del calcio quando i toni sono 'sanamente ironici', ma non quando poi "la si fa fuori dal vaso". Un po' quello che è accaduto lunedì sera durante una trasmissione sportiva "Lupi in gol" messa in onda dall'emittente irpina Avellino Tv. Da questo pulpito un collega giornalista, tale Carmine Losco, colto probabilmente da un attacco d'ira conseguenza della bruciante sconfitta del derby, ha deciso di dismettere i panni autorevoli e imparziali che la figura professionale impone, trasformandosi nel più becero dei tifosi: "I tifosi granata bruciano i treni" ha così tuonato in riferimento ad una presunta superiorità del popolo avellinese per ciò che concerne il concetto di civiltà. La miccia che ha scatenato l'acrenide del giornalista è stata l'azione provocatoria di Minala, reo di aver zittito platealmente il pubblico di fede biancoverde. Nel suo ragionamento, Losco, ha puntato il dito contro la torcida granata immaginando cosa sarebbe accaduto a parti e campi inversi dopo un gesto simile, 'dimenticando' - chissà come mai - il gestaccio di Sardo (all'epoca tra le fila dei lupi irpini, e fresco ex granata) in un derby di qualche anno fa, al cospetto di oltre 4mila tifosi della Salernitana.

Tralasciando le stucchevoli polemiche indirizzate ai colleghi salernitani, vittime anch'essi dell'iracondo Losco, per via di una visione dell'affaire Minala - a suo dire - faziosa, fa specie constatare come durante la trasmissione nessuno si sia nettamente dissociato da affermazioni così vergognose e che tra l'altro nulla avevano a che fare con l'evento sportivo in sé. Dopo qualche ora di meditazione - e forse qualche rimbrotto 'amico' che hanno illuminato la mente momentaneamente offuscata del collega - Carmine Losco ha provato a porre rimedio alla sua improvvida uscita, scrivendo di proprio pugno una doverosa lettera di scuse, indirizzata sia alla piazza di Salerno che alle famiglie colpite della tragedia del treno Piacenza-Salerno. Famiglie che, alla fine della giostra mediatica, restano sullo sfondo come le uniche vere vittime di questa incresciosa gaffe. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento