menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nocerina-L'Aquila: 1-0, l'incredibile urlo nel deserto dei Rossoneri

Prima vittoria casalinga stagionale della truppa di mister Fontana. Tifoseria assente al San Francesco così come le scolaresche invitate ad assistere gratuitamente. Primo tempo soporifero. Bella la ripresa

"Il ritorno a casa" della Nocerina avviene tra l'indifferenza più clamorosa. La tifoseria in aperta contestazione con la società per i fatti del 10 Novembre ha, come programmato, disertato le scalee del San Francesco. Del resto in tal senso più che eloquenti sono gli striscioni e i manifesti che campeggiano da una settimana un po' dappertutto in città. Un altro grosso drappo, posizionato prima dell'inizio della partita, recante il diktat "DISERZIONE" è stato rimosso subito dopo. Incredibile anche la totale assenza delle scolaresche che non hanno accolto l'invito del sodalizio di via Alveo Santa Croce all'ingresso gratuito nel settore "Distinti" per assistere alla gara. Nessun under 14 presente all'incontro, circa una ventina le persone sedute in "Curva Sud", appena duecento gli spettatori totali con una quarantina di sostenitori abruzzesi assiepati in "Curva Nord". Numeri implacabili per i sostenitori molossi, segno tangibile di un totale disaccordo nei confronti della dirigenza.

Sul campo ha vinto la Nocerina. Risultato che pochi tra gli scommettitori avrebbe pronosticato. Un primo tempo al calor bianco che termina sullo 0-0. Nel secondo atto della contesa, la Nocerina che non ti aspetti. Va in gol al 5' con una pregevole azione in velocità: Kostadinovic suggerisce per Cremaschi che dalla linea di fondo mette al centro la sfera: è lesto Danti a scaricare in rete per l'1-0. Segue la prevedibile e furibonda reazione de L'Aquila, l'ex capolista non ci sta ed irretisce la Nocerina collezionando palle gol a ripetizione. Ma la Nocerina regge ed alleggerisce spesso la pressione egregiamente. Fino a quando l'arbitro non fischia la fine. I Rossoneri bissano il sorriso da tre punti ottenuto a Pontedera con la Paganese, sgabbettano L'Aquila e si portano a quota sette in graduatoria (due i punti di penalità). Ma è una gioia in un sepolcrale silenzio.

Il tabellino della gara

NOCERINA (4-4-2) Russo; Lepore, Sabbione, Kostadinovic, Rizza; Cremaschi, Palma, Remedi, Ficarrotta (25′ st Cristofari); Danti (28′ st Crialese), Evacuo (37′ st Vilkaitis). A disp. Esposito, Malcore, Jogan, Jara Martinez. All. Fontana
L’AQUILA (4-3-3) Testa; Scrugli (23′ st Frediani), Pomante, Zaffagnini, Dallamano; Gallozzi (32′ st Ciotola), Carcione, Del Pinto; Ciciretti, De Sousa, Triarico (11′ st Infantino). A disp. Ursini, Di Maio, Abbracciante, Agnello, Ciotola. All. G. Pagliari
Note: spettatori 200 circa. terreno di gioco in discrete condizioni. Angoli 0-6; ammoniti: Sabbione (N), Danti (N), Ciciretti (A), Dallamano (A), Russo (N); espulso al 21′ st Remedi per fallo da tergo; angoli recuperi:  0' pt -  4' st.
Arbitro: Baldicchi di Città di Castello.
Marcatore: 5′ st Danti (N)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento