Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Lo stadio che verrà: il Comune di Salerno presenta l'operazione Serie A

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, gli assessori all'urbanistica e allo sport, De Maio e Caramanno, hanno illustrato in conferenza stampa il programma degli interventi per l'adeguamento dell'impianto di via Allende ai criteri infrastrutturali richiesti dalla Lega A. La Regione investirà oltre 2 milioni di euro

Lo striscione che i tifosi hanno esposto nelle ultime partite di campionato, "Uniti si vince", è adesso lo slogan che accompagna il cronoprogramma dei lavori per il nuovo look dello stadio Arechi. La Regione Campania ha investito oltre due milioni di euro per adeguare l'impianto sportivo ai criteri infrastrutturali richiesti dalla Lega Serie A, finalizzati alla partecipazione della Salernitana alla massima serie. Il Comune di Salerno è adesso pronto a beneficiarne.

Gli interventi 

Oggi, a Palazzo di Città, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, l'assessore all'urbanistica, Mimmo De Maio, e l'assessore allo sport, Angelo Caramanno, hanno presentato gli interventi che trasformeranno tra poche ore lo stadio in un cantiere. De Maio ha spiegato: "Un primo punto, prioritario, era legato all'impianto di illuminazione dello stadio Arechi che oggi garantisce 1300 lux. Dobbiamo portare tutto a 1650 lux, secondo richieste della Lega Serie A. Ne approfitteremo per cambiare tutto in led, un sistema che garantirà risparmio energetico del 50-60%. Nelle more, ci saranno fari mobili che consentono di dare risposta immediata ai requisiti. Poi c'è necessità di adeguare la tribuna stampa con servizi igienici, più interventi legati alla manutenzione e alla perdita d'acqua nei giunti. L'acqua entra nello stadio e cade sul parterre dai cosiddetti vomitori. Altri interventi riguarderanno gli spogliatoio per garantire decoro e ospitalità. Un altro tema è il sistema della sicurezza complessivo. Abbiamo già un finanziamento di 400mila euro per i tornelli: doppi ai varchi dei Distinti e in tribuna consentiranno di elevare la capienza dagli attuali 26.500 a 32mila. Sarà una gara espletata nei prossimi giorni. Già in corso, invece, quella per le barriere mobili, all'esterno dello stadio. L'obiettivo che ci siamo dati è avviare i lavori entro agosto e concluderli".

Il video del sindaco

L'assessore Caramanno: "L'assessore allo sport, Caramanno: "Noi faremo la Serie A allo stadio Arechi. Comincerà la sua avventura con qualche aggiustamento in corso, ma farà la Serie A. Al netto della capienza, sappiamo che i tornelli presenti oggi garantiscono l'ingresso di 26.500 spettatori. Quindi il ragionamento della capienza massima va affrontato quando il governo darà via libera alla capienza totale. Stiamo dando uno sguardo anche alle reti di protezione, che sono dietro le porte. Ricordiamo che eravamo già pronti con la sala Var per i playoff che la Salernitana non ha più fatto, grazie alla promozione diretta. Stadio di Serie A nella città di Serie A. Oggi l'iscrizione viene fatta con la convenzione in essere. Poi la stipuleremo con la nuova proprietà". La visita della Nazionale di calcio? "Il sindaco rivolge lo sguardo ad uno scenario importante".  Il sindaco Napoli: "La Salernitana in Serie A è un momento di marketing territoriale: ospiteremo tifosi, famiglie, in una città che cambia. Abbiamo redatto una delibera per gli adeguamenti. Dal punto di vista dei rapporti con le altre istituzioni, chiederò incontri per portare avanti autorizzazioni. Per quanto riguarda la tenuta e la sicurezza statica, abbiamo la perizia del professore Adriani. Possiamo iniziare subito il campionato con fari mobili aggiuntivi. Possiamo ospitare tot persone nello stadio in base alle norme anti Covid vigenti ma andiamo avanti con la indizione della gara d'appalto. Bisogna provvedere subito con tribuna stampa e bagni".

Il cantiere 

Tra giovedì e venerdì, la ditta Ioli di Roma, incaricata di installare i fari mobili aggiuntivi, sarà a Salerno per il nuovo sopralluogo. Oggi l'azienda invierà anche la documentazione alla Federcalcio. I fari mobili, soluzione già sperimentata con successo a Frosinone e Crotone, sono un accorgimento per innalzare i lux a quota 1650. Si tratta, però, soltanto del primo step: il Comune di Salerno, infatti, provvederà al rifacimento dell'illuminotecnica a led, alla rimozione delle reti di protezione alle spalle delle porte. Sarà creato anche un nuovo ingresso per i calciatori in campo: non più dal tunnel, lato curva Sud, ma dalla scaletta posizionata tra le due panchine (costo circa 60mila euro). Saranno numerate le file delle gradinate, interventi anche sui giunti in tribuna, nuovi bagni dedicati ai tifosi nelle piazzole esterne ai settori, anello superiore, e anche per i disabili. La capienza "a pieno carico", 37mila posti, potrà essere garantita attraverso l'installazione di tornelli ai varchi d'ingresso dei Distinti, curva Nord e tribuna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stadio che verrà: il Comune di Salerno presenta l'operazione Serie A

SalernoToday è in caricamento