Porto San Giorgio - Sporting Sala Consilina 3 a 3

Pari beffardo per i salernitani, avanti 1 a 3 a cinque minuti dalla fine

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il calendario amico per recuperare punti al Fuente Foggia, impegnato nel derby contro il Real Molfetta e invece Foletto e compagni non sono riusciti ad ottenere il bottino pieno che avrebbe permesso di portarsi alla fine del girone di andata a solamente quattro punti dalla capolista Foggia. Il pareggio di Porto San Giorgio è quindi un’occasione persa, ma la colpa non va data però solamente alla sfortuna, visto il rocambolesco goal del tre a tre dei marchigiani, ma anche al numero uno dei padroni di casa Carles Rodrigo, che con una prestazione super saluta il suo pubblico per tornarsene in Brasile.

Cundari che rinuncia a Pacifico, viste le non perfette condizioni, parte con Somma in porta e quartetto come sempre tutto brasiliano con Tutilo, Foletto, Cantieri e De Lima, primi minuti di gioco a favore come sempre dei salernitani che impongono il proprio ritmo alla gara, senza però spingere più di tanto, anzi a trovare il primo goal è il Porto San Giorgio con Angelini che trova l’angolino basso alle spalle di Somma. Il pareggio però arriva poco dopo grazie al solito Cantieri, che sfrutta una ripartenza veloce della squadra e trafigge Rodrigo. Primo tempo che non regala altre grandi emozioni, lasciano presagire ad un secondo tempo di grande intensità.

Seconda frazione che si apre con i salernitani all’attacco, De Lima, che sta tornando a giocare ad alti livelli dopo l’infortunio, trova il goal del sorpasso con una personale ripartenza. Il nuovo vantaggio permette allo Sporting di gestire l’incontro e trovare senza neanche troppo forzare il goal dell’1 a 3 con Foletto, un doppio vantaggio che come spesso accade nel futsal non è sufficiente a far dormire sogni tranquilli, ma che ammorbidisce proprio i salernitani.

Mister Capretti sotto di due goal e a cinque minuti dalla fine ordina ai suoi di giocare con il portiere di movimento, vista anche la presenza tra i suoi pali di Carles Rodrigo, una mossa alla fine indovinata visto il risultato finale. Il goal che riapre la partita nasce proprio da una ripartenza del portiere Rodrigo, che ferma l’azione avversaria nella propria area e avanza fino al limite dell’area avversaria garantendo alla propria squadra la superiorità numerica che viene sfruttata nel migliore dei modi con il goal di Luciani.

Ultimi minuti intensissimi: ancora vicini al goal i salernitani, ma la beffa è proprio dietro l’angolo, a quaranta secondi dalla fine sul tiro della disperazione di Angelini, Tutilo devia quel tanto per spiazzare Somma e far infilare il pallone nell’angolo alto, facendo esplodere i padroni di casa per un pareggio oramai insperato. A fine gara rammarico totale sui volti dei giocatori dello Sporting Sala, visto anche il pareggio tra Molfetta e Foggia, unica consolazione se pur magra l’ufficialità del secondo posto che permetterà ai salernitani di capitare in un girone di coppa più morbido, anche se come ben sa la squadra di Cundari, nel futsal ogni partita ha una storia a sé.

 

PORTO SAN GIORGIO – SPORTING SALA CONSILINA  3-3  (1-1)

 PORTO SAN GIORGIO: Carles Rodrigo, Panichi, Fusco, Luciani, Romano, Menichelli,

Angelini, Munafò, Giulianelli, Ciarrapica, Simoni, Petrini. All. Capretti.

 SPORTING SALA CONSILINA: Somma, Galeotafiore, Vuolo, Stazzone, Tutilo, Mansi,

Foletto, Laurenza, Cantieri, De Lima, Rago, Coppola. All. Cundari.

 RETI: 8’37’’ pt Angelini (PS), 11’00’’ pt Cantieri (SS), 3’40’’st De Lima(SS), 13’29’’ st Foletto (SS), 16’49’’st  Luciani(PS) , 19’21’’ st Aut. Tutilo(PS).

 ARBITRI: Arnò Riccardo di Reggio Emilia e Ragalà Filippo di Bologna. Frelli Christian di Fermo.

 AMMONITI: Romano.

Torna su
SalernoToday è in caricamento