menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Derby Salernitana-Nocerina: confermata l'esclusione dal campionato per la Nocerina

Ultimissima: la Corte di Giustizia Federale conferma l'estromissione della Nocerina dal campionato di Lega Pro I divisione

In corso, a Roma, il dibattimento davanti alla Corte di Giustizia Federale sul caso Nocerina, in merito al derby farsa tra Salernitana e Nocerina dello 10 novembre che fu interrotto dopo 21 minuti di gioco per numero minimo dei giocatori rossoneri. Duro, il provvedimento del 29 gennaio scorso, quando la Commissione Disciplinare Nazionale ha stabilito l’esclusione della squadra dal campionato per illecito sportivo, con assegnazione da parte del Consiglio Federale ad uno dei campionati di categoria inferiore, e un’ammenda di 10 mila euro. Inoltre, stabilite le inibizioni di 3 anni e 6 mesi per tre dirigenti della società campana e squalifiche da un anno a 3 anni e 6 mesi per sette tra tecnici e calciatori.

Fissato oggi, quindi, il processo sportivo di fronte alla Corte di Giustizia Federale, chiamata a giudicare i fatti di Salerno: presenti tutti i calciatori che erano stati squalificati in primo grado, anche con gli avvocati Aita, Malagnini e Chiacchio della difesa del club molosso. Obiettivo per i rossoneri: la riammissione in Prima Divisione e il proscioglimento dei tesserati. A breve, gli aggiornamenti.

Dopo che i legali della difesa ha preso la parola il Procuratore federale Stefano Palazzi che ha confermato tutte le richieste dell'accusa. Alle 18:20 la Corte si ritira in Camera di consiglio. Nelle prossime ore sarà resa pubblica la sentenza.

Alle ore 20.15, a camera di consiglio conclusa, il verdetto: la Corte di Giustizia Federale respinge l'impugnazione dei legali della Nocerina della sentenza di primo grado, resa dalla Commissione Disciplinare, che aveva escluso dal campionato la squadra rossonera. Resta, dunque, su tutto, l'esclusione dal campionato di Lega Pro I divisione con contestuale ammenda di diecimila euro. Il Consiglio Federale, di poi, assegnerà il sodalizio molosso ad un campionato di categoria inferiore. Lievemente ritoccate al ribasso sono le sanzioni di alcuni tesserati coinvolti. Nessun dirigente della Nocerina presente in aula durante il dibattimento e la lettura della pesante sentenza che ha sostanzialmente confermato la condanna inflitta in prima battuta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento